domenica, Novembre 27, 2022
HomeNotizieResistenza IranianaU.S.A e ONU hanno abbandonato i residenti di Liberty in un “campo...

U.S.A e ONU hanno abbandonato i residenti di Liberty in un “campo di sterminio”, ha detto Giuliani ad una conferenza

Gli Stati Uniti e le Nazioni Unite hanno infranto le promesse fatte ai dissidenti iraniani in Iraq, che ora stanno vivendo in un “campo di sterminio” sotto continua minaccia di attacco, ha detto l’ex-sindaco di New York Rudy Giuliani ad una conferenza internazionale a Parigi.

 

Giuliani ha definito la rottura delle promesse fatte dall’Occidente ai residenti di Camp Liberty come un “abuso di fiducia” e ha detto che i residenti non dovrebbero essere abbandonati al massacro per amore di un “inutile” accordo sul nucleare con l’Iran.

Parlando alla conferenza tenutasi a Parigi alla vigilia della Giornata Internazionale per i Diritti Umani, il 7 Dicembre, Rudy Giuliani ha anche elogiato il movimento di opposizione iraniana, l’Organizzazione dei Mojahedin del Popolo Iraniano (PMOI/MEK), come unica, vera alternativa ai mullah teocratici al potere in Iran.

Di Camp Liberty ha detto: “E’ diventato un campo di sterminio sotto l’egida delle Nazioni Unite e degli Stati Uniti.

“E’ davvero difficile oggi parlare senza una gran rabbia per  Nouri Maliki, rabbia per l’Iran, rabbia per Martin Kobler, rabbia per le Nazioni Unite  e sì, rabbia per il mio stesso governo, il mio stesso Dipartimento di Stato che tante volte ha promesso protezione a queste persone.”

Ed ha avvertito che il nuovo presidente iraniano, Hassan Rouhani, è noto per le sue false promesse fatte nei negoziati sul nucleare solo per garantirsi un alleggerimento delle sanzioni per il suo regime economicamente alla paralisi.

Giuliani ha detto: “Rouhani ci ha già presi in giro una volta: hanno detto che avrebbero interrotto l’arricchimento dell’uranio, hanno detto che avrebbero disattivato molte più centrifughe, hanno detto che avrebbero acconsentito alle ispezioni e alla fine, ci hanno ingannato.

“Forse le Nazioni Unite li hanno scoperti? Gli Stati Uniti li hanno scoperti? La Gran Bretagna o la Francia li hanno scoperti? Il MEK li ha scoperti, mentre il mondo credeva a questa idea romantica che si possa negoziare con l’Iran. E’ stato grazie al vostro lavoro che nell’Agosto del 2002 sono stati rivelati i siti nucleari di Natanz e Arak.”

Giuliani ha detto che gli Stati Uniti hanno erroneamente creduto che i negoziati sul nucleare e la tremenda situazione dei residenti di Ashraf e Liberty fossero  connessi. Ed ha aggiunto: “Credono che se combattono troppo per aiutare la gente di Liberty e Ashraf , questo possa minacciare i negoziati.

“Sì, noi faremo delle concessioni, concessioni realistiche, per essere liberi dal nucleare, non per le armi nucleari all’Iran. Ma vi dico cosa faremo: non vi  permetteremo di massacrare quelle persone che abbiamo promesso di proteggere solo per rendere possibile un qualche inutile accordo.”

Giuliani ha detto che gli Stati Uniti e le Nazioni Unite devono ora mantenere le promesse di proteggere i residenti di Liberty ed ha insistito sul fatto che, nonostante l’accordo sul nucleare, la legittimità del regime iraniano non dovrà mai essere riconosciuta.

Agli altri delegati ha detto: “Noi non possiamo riconoscere la legittimità di un regime che negli ultimi cento giorni del cosiddetto presidente “riformista”, ha ucciso più di 400 persone.

“L’America dovrà riconoscere che c’è una alternativa democratica al regime in Iran. Si è conquistata la sua credibilità con il sangue dei suoi martiri e questa alternativa è il MEK. Dovrà riconoscere che il MEK eserciterà una tremenda pressione sul regime iraniano e, più importante del regime iraniano, darà speranza al popolo dell’Iran. Quella speranza di cui ha disperatamente bisogno.

“Grazie alla leadership di Maryam Rajavi, io so che verrà fatto di tutto per portarvi la libertà. E’ una strada lunga. E’ una strada pericolosa. E’ una strada che già altri hanno percorso. Ma quando l’idea della libertà è viva e quando ci sono persone disposte a morire per essa, la libertà trionfa. E trionferà per l’Iran.”

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,369FollowersFollow