lunedì, Gennaio 30, 2023
HomeNotizieTerrorismoL’appeasement del Belgio provocherà più terrorismo da parte del regime iraniano

L’appeasement del Belgio provocherà più terrorismo da parte del regime iraniano

Washington DC Iran protest Belgium

A Washington davanti alla Casa Bianca si è svolta una manifestazione di iraniano-americani contro un recente accordo di scambio di prigionieri tra il Belgio e il regime iraniano, grazie al quale saranno rilasciati i terroristi del regime condannati in Belgio.
La Camera dei Rappresentanti belga sta attualmente adottando un trattato con uno scopo incredibilmente negativo, ovvero facilitare il rilascio di Assadollah Assadi: un terrorista diplomatico del regime iraniano detenuto in una prigione belga con una condanna a 20 anni di carcere per avere ideato un complotto sventato contro il “Raduno mondiale Iran Libero” del 2018 organizzato dalla coalizione di opposizione iraniana, il Consiglio Nazionale della Resistenza dell’Iran (CNRI), a Villepinte, presso Parigi.

Centinaia di dignitari politici, inclusi legislatori ed esponenti di governo di molti Paesi in carica o ex, insieme a circa 100.000 persone, parteciparono alla manifestazione. Se la bomba fosse esplosa come previsto, centinaia sarebbero stati uccisi o feriti. Le autorità e i servizi segreti europei impedirono quella catastrofe letteralmente nelle ultime ore. A due terroristi, che attualmente scontano 18 anni dietro le sbarre in Belgio, era stato ordinato da Assadi di posizionare gli esplosivi altamente letali TAPT vicino al palco in cui i VIP erano seduti accanto alla presidente eletta del CNRI, la signora Maryam Rajavi, il principale obiettivo del regime iraniano in questo schema terroristico.
Questo trattato sconsiderato tra Bruxelles e Teheran costituirà un precedente molto pericoloso, poiché in realtà incoraggia la teocrazia religiosa al potere in Iran a intensificare i suoi attacchi terroristici mentre aumenta i suoi sforzi per prendere in ostaggio cittadini stranieri o con doppia cittadinanza da usare come merce di scambio quando necessario. Nel frattempo, l’insistenza del Belgio nel portare avanti la fallita politica di pacificazione o condiscendenza consentirà ai terroristi condannati di sfuggire alla giustizia e alle loro responsabilità.

Il Belgio si fa così beffe del suo Stato di diritto e del suo sistema giudiziario indipendente. Mentre Teheran disprezza il diritto internazionale con le sue continue gravi violazioni dei diritti umani, il Belgio guarda da un’altra parte. Quale garanzia ha il Belgio mentre continua a negoziare con il principale Stato sponsor del terrorismo al mondo, che attua anche il maggior numero di esecuzioni in rapporto alla popolazione, è l’unico Paese che giustizia minorenni e prende abitualmente in ostaggio persone con doppia nazionalità per perseguire i suoi maligni obiettivi di politica estera?
È anche piuttosto insensato credere che il regime iraniano metta in carcere Assadi e i suoi tre complici per scontare la parte restante delle rispettive condanne. Questo recente trattato equivale a liberare la volpe nel pollaio. La scheda personale di Assadi è costellata dal suo stretto lavoro con il ministero dell’Intelligence del regime iraniano: non è quello che dice il suo curriculum ufficiale, ma è un agente dell’intelligence per eccellenza! Il suo ritorno a Teheran fornirebbe al regime dei mullah l’opportunità di riorganizzarsi, pianificare ulteriori attacchi con l’esperienza acquisita negli ultimi quattro anni e garantire che i suoi agenti, se arrestati, torneranno a casa sani e salvi. Se questo non incoraggia Teheran, cosa fa?
Il Belgio sta andando lontano nella sua condiscendenza con il regime iraniano, poiché questo recente trattato, se adottato e reso legge, richiederebbe a Bruxelles di restituire anche i futuri terroristi a Teheran. Ciò trasformerebbe il Belgio in un terminale per i terroristi del regime iraniano in Europa.


Il governo belga dovrebbe rispondere ad alcune domande:
1. Come può essere certo che Teheran rinuncerà a inviare future squadre di sicari in Europa o in altri Paesi per compiere azioni terroristiche e prendere di mira i dissidenti, come hanno fatto impunemente negli ultimi quattro decenni?
2. Come si può arrivare a credere che lo stesso regime iraniano che ha incaricato Assadi e i suoi co-terroristi di fare esplodere una bomba a una manifestazione di 100.000 persone li tenga in carcere dopo il loro rimpatrio?
Tali supposizioni sono ingenue, per non dire altro, e portano l’appeasement a nuovi livelli minimi.
Il Belgio, che ospita Bruxelles come cuore dell’Unione Europea, deve affrontare un’importante decisione su quale standard scegliere di fissare:
• cedere alle richieste di uno Stato terrorista ridicolizzando gli stessi pilastri della propria democrazia
• rimanere saldo e diventare un esempio per il mondo nella guerra globale contro il terrorismo
Il mondo e in particolare il popolo iraniano stanno guardando da vicino.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,910FollowersFollow