mercoledì, Dicembre 7, 2022
HomeNotizieIran NewsSolidarietà dei parlamentari degli Stati Uniti con la manifestazione di migliaia di...

Solidarietà dei parlamentari degli Stati Uniti con la manifestazione di migliaia di Iraniani a Washington

In sostegno alla cancellazione dell’etichetta “terrorista” dell’OMPI, e alla protezione di Ashraf

CNRI – Diversi parlamentari statunitensi, di entrambi gli schieramenti, del Senato e della Camera dei Rappresentanti, hanno inviato messaggi di solidarietà alle migliaia di Iraniani che hanno manifestato a Washington per la cancellazione della connotazione di terrorista, che investe l’OMPI, e per la protezione di Ashraf. Fra questi parlamentari figurano i nomi del senatore John Boozman (della commissione del commercio, delle scienze e dei trasporti), la senatrice Claire McCaskill (della commissione delle forze armate); fra i Rappresentanti della Camera: Bob Filner (Capo delle fila democratiche alla commissione degli ex combattenti e co-presidente del comitato dei Diritti dell’Uomo e della Democrazia in Iran), Dana Rohrbacher (presidente della sotto-commissione delle inchieste e della sorveglianza, e presidente del comitato dei Diritti dell’Uomo e della Democrazia in Iran), il giudice Ted Poe (alla commissione degli affari esteri), Mike Coffman (alla commissione delle forze armate), Judy Chu (commissione di giustizia e sotto-commissione anti-terrorismo), Ed Towns (capofila democratico alla sotto-commissione delle inchieste e della sorveglianza), nonché William Lacy Clay, Daniel Lungren e Tom McClintock.
 
Il comitato dei Diritti dell’Uomo e della Democrazia in Iran, alla Camera dei Rappresentanti, evoca nel suo messaggio il ruolo assiale dell’OMPI nella lotta contro la dittatura religiosa; considera che il suo mantenimento nella lista delle organizzazioni terroriste rinforzi i mullah e costituisca un gran regalo fatto al regime iraniano, al governo iracheno e a tutti coloro che si augurano di veder sparire i rifugiati da Ashraf.
 
“Noi ci uniamo a voi nella vostra richiesta al Segretario di Stato Hillary Clinton” – prosegue il messaggio indirizzato ai manifestanti – “di concludere immediatamente la revisione dello status dell’OMPI, così come la corte d’appello di Washington ha stabilito. Noi ci facciamo eco dei sentimenti degli ex alti dignitari degli Stati Uniti come il generale James Jones, il governatore Tom Ridge, il generale Hugh Shelton, il sindaco Rudy Giuliani, il governatore Howard Dean, il giudice Louis Freeh, il giudice Michael Mukasey, il generale Michael Hayden e di circa un centinaio di co-sponsor del Congresso e della risoluzione H.Res.60, i quali hanno chiesto al Dipartimento di Stato di radiare l’OMPI dalla sua lista nera.”
 
Il messaggio avverte che: “Astenersi dal farlo, nell’immediato, metterebbe in grave pericolo la vita di 3400 civili disarmati; e impedirebbe un reinsediamento pacifico ed accettabile dei rifugiati politici di Ashraf in una nazione democratica.”
 
I senatori e i rappresentanti americani si sono detti preoccupati per l’ingiustizia di cui fa prova il Dipartimento di Stato, il quale ad un anno dal giudizio della corte d’appello, che ingiungeva il Dipartimento alla revisione della sua lista sul terrorismo, non ha ancora fatto niente per mettere in pratica questa decisione.
 
Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
27 agosto 2011

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,476FollowersFollow