sabato, Febbraio 4, 2023
HomeNotizieIran NewsSiria ed Iraq buttano barili-bomba sulle loro stesse città

Siria ed Iraq buttano barili-bomba sulle loro stesse città

Fonte: Digital Journal

Negli ultimi due giorni il regime siriano a continuato a buttare barili-bomba sui combattenti dell’opposizione ad Aleppo. Nel vicino Iraq, anche il governo di Maliki sta usando lo stesso tipo di arma a Falluja.

 

L’Associated Press ha riferito oggi che barili-bomba, praticamente dei barili riempiti di esplosivo e granate, sganciate dagli elicotteri delle Forze Aree Siriane sui combattenti dell’opposizione nelle zone residenziali, hanno ucciso circa 2000 persone nella città di Aleppo quest’anno.

Secondo l’Osservatorio per i Diritti Umani dell’opposizione siriana in Gran Bretagna, 1963 persone sono state uccise da quese bombe ad Aleppo. Questo dato comprende 283 … e 567 giovani sotto  i 18 anni.

In media questi barili-bomba uccidono 14 persone al giorno ad Aleppo.

Il World Tribune ci ha informato che l’Iraq è divenuto il secondo paese ad usare questi dispositivi in combattimento. Il governo di Baghdad attualmente è impegnato in una guerra contro i militanti islamici sunniti nella provincia irachena di Anbar. Attualmente è impegnato anche in una importante campagna militare per ristabilire il suo controllo sulla città di Falluja.

Human Rights Watch ci ha informati che: “Sin dall’inizio di Maggio, le forze governative hanno sganciato barili-bomba anche nei quartieri residenziali di Falluja e nelle aree circostanti, come parte di una più intensa campagna contro i gruppi armati di opposizione, come lo Stato Islamico dell’Iraq e del Levante. Questi attacchi indiscriminati hanno causato vittime civili e costretto migliaia di residenti a fuggire”. 

Gli Stati Uniti sono i maggiori fornitori di armi dell’esercito iracheno. Come qui riportato, hanno fornito al governo iracheno missili, elicotteri, caccia, corazzati da trasporto truppa e carri armati.

Human Rights Watch afferma che: “Gli Stati Uniti in particolare, che hanno inviato aiuti militari come i missili Hellfire, munizioni e droni-spia al governo iracheno da quando è iniziato il conflitto di Anbar, dovrebbero avvertire l’Iraq che rischia di perdere la loro assistenza militare se questi attacchi illegali non cessano”.

Human Rights Watch cita persino una fonte anonima facente parte della sicurezza nella provicia, la quale afferma che: “Loro (il governo iracheno) ha iniziato ad usarli (i barili-bomba) perché vogliono causare più distruzione possibile. Il mio governo ha deciso di distruggere la città invece di cercare di invaderla”.

 

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,932FollowersFollow