martedì, Dicembre 6, 2022
HomeNotizieIran NewsNon trasformiamo Camp Liberty in una prigione per i residenti di Ashraf

Non trasformiamo Camp Liberty in una prigione per i residenti di Ashraf

Strasburgo, 25/01/2012 – In una dichiarazione adottata oggi nella riunione a Strasburgo, la Commissione per gli Affari Politici e la Democrazia dell’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa (APCE) ha invitato le autorità irachene a non trasformare Camp Liberty in una prigione, e ha invitato l’UNHCR ad entrare in funzione ad Ashraf e far cessare il ritardo nell’affermare la status di rifugiato dei residenti nel luogo. Mentre la comunità internazionale ha intenzione di trovare una soluzione pacifica per i residenti di Ashraf e sta contribuendo a realizzarla attraverso la rinuncia dei loro sicuri diritti, il regime iraniano ha in programma il fallimento di questa soluzione attraverso il governo iracheno.
 
L’area iniziale assegnata ai residenti a Camp Liberty è stata ridotta di 80 volte e le condizioni di vita nel campo sono di gran lunga inferiori a quelle inizialmente proposte.
 
L’area limitata è sempre racchiusa da pareti in calcestruzzo; si è insistito sul fatto che la polizia irachena dovrebbe essere presente all’interno del campo, che la libertà di movimento non  permesso, che ci siano sempre più restrizioni per i residenti, come non avere il permesso di trasferire i loro veicoli a Camp Liberty e di inviare un team di tecnici di Ashraf al fine di valutare le condizioni del campo. Questo sarà un trasferimento forzato in una prigione.

La Commissione invita il governo iracheno ad abbandonare gli impedimenti e di attuare le leggi e gli standard internazionali con tutti i dettagli del trasferimento dei residenti a Camp Liberty, e sollecita l’UNHCR a difendere i diritti dei residenti nel rispetto delle leggi, ad iniziare immediatamente il suo lavoro ad Ashraf, e a non aspettare che Camp Liberty sia pronto, al fine di accelerare il reinsediamento dei residenti in paesi terzi.
Incoraggiamo i membri del Consiglio d’Europa e gli Stati osservatori a considerare positivamente le esigenze di reinsediamento dei residenti di Ashraf.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,458FollowersFollow