lunedì, Gennaio 30, 2023
HomeNotizieIran NewsLe forze repressive impediscono l’ingresso del cibo e delle medicine dei residenti...

Le forze repressive impediscono l’ingresso del cibo e delle medicine dei residenti a Liberty

Campo Liberty – No. 14

Le azioni repressive e il continuo intensificarsi della pressione, ha trasformato Camp Liberty in una prigione con condizioni durissime e standards bassissimi: 1. Il principale individuo in carica a Camp Liberty, nonché rappresentante del Comitato Repressivo, è un individuo di nome Sadeq Muhammad Kazem. E’ lo stesso criminale che è ricercato dalla Corte Nazionale di Spagna per la sua partecipazione ai massacri del Luglio 2009 e dell’Aprile 2011.

2. Anche alcuni degli altri individui coinvolti in quei due massacri, sono stati ora trasferiti a Liberty.

3. Sabato 25 Febbraio, le forze repressive hanno impedito l’ingresso di alcuni medicinali dei residenti che erano stati mandati loro da Ashraf. Le forze repressive hanno rispedito questi medicinali indietro ad Ashraf.

4. Domenica 26 Febbraio, ad un camion contenente cibo ed alcuni scaldabagni elettrici che erano stati acquistati a spese dei residenti, non è stato consentito di entrare nel campo, le ripetute richieste dei residenti fatte dal personale dell’UNAMI, non sono state accettate e il camion è stato costretto ad andarsene. Impedire l’arrivo del cibo è stato un evento raro persino durante i tre anni di assedio di Ashraf.

5. Il risultato del divieto ai residenti di portare le loro proprietà con loro, è che ora si trovano a dover fronteggiare gravi mancanze di beni di necessità quotidiana come le sedie, e non hanno altra scelta che usare le sedie esistenti a turno.

6. Anche il numero dei bagni utilizzabili è molto minore rispetto a quello necessario per i residenti del campo, cosicché devono fare lunghe code per poterli usare

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
27 Febbraio 2012

 

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,910FollowersFollow