giovedì, Febbraio 2, 2023
HomeNotizieIran NewsLa visita di una delegazione del Parlamento europeo a Teheran è considerata...

La visita di una delegazione del Parlamento europeo a Teheran è considerata complicità con il fascismo religioso nei suoi crimini ed è condannata dal popolo iraniano

• Il Parlamento europeo dovrebbe evitare questa visita e non permettere che il suo prestigio e il suo credito venga distorto
La Resistenza Iraniana condanna la prevista visita di un certo numero di parlamentari europei in Iran sotto il regime dei mullah , e chiede che il presidente del Parlamento europeo impedisca la loro visita e che non permetta loro di distorcere il prestigio e il credito del Parlamento attraverso il sostegno alla dittatura contemporanea più spietata. La motivazione alla base di tale visita non è né una illusione sulla capacità del regime dei mullah di diventare moderato, e neppure a causa della politica di accondiscendenza in generale, ma prima di ogni altra cosa, l’incentivo è certo personale, partitico, o di interessi commerciali volti a dipingere una bella immagine del fascismo religioso che, oltre a uccidere il popolo iraniano, è profondamente coinvolto nel massacro di persone in Siria, Iraq, Libano e Palestina, e sta facendo del suo meglio per raggiungere la bomba nucleare.
Attraverso tali visite, questi individui e i loro circoli dietro le quinte cercano invano di tentare di impedire la caduta definitiva del regime su cui hanno fatto enormi investimenti economici e politici.
Questa visita viene effettuata in un momento in cui solo pochi giorni sono passati da la diffusa manifestazione di mercanti  di Bazaar e di persone a Teheran che hanno scandito “Morte al dittatore”, e mentre le forche continuano ad essere preparate nelle carceri e in ogni città per le esecuzioni collettive dei prigionieri  con lo scopo di intensificare l’atmosfera di intimidazione nella società.
I leader del regime dei mullah dovrebbero essere portati davanti alla giustizia per i loro crimini contro l’umanità e di genocidio, in particolare in Iran, Siria e Iraq. La stretta di mano con loro da qualsiasi parte è condannato dal popolo iraniano ed è considerata come complicità in questi crimini. Da tali visite potrà beneficiare solo il regime per intensificare la repressione, per continuare il suo progetto minaccioso di armi nucleari, e per esportare il terrorismo e il fondamentalismo.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
19 ottobre 2012
 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,910FollowersFollow