mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeNotizieIran NewsLa Resistenza Iraniana condanna le aggressioni regime dei mullah contro il Kurdistan...

La Resistenza Iraniana condanna le aggressioni regime dei mullah contro il Kurdistan iracheno

Queste aggressioni sono effettuate con l’approvazione di Al-Maliki

La Resistenza Iraniana condanna fermamente il bombardamento continuo dell’artiglieria e le aggressioni della Forza terroristica Quds dell’IRGC ( pasdaran ) contro il Kurdistan iracheno, che nei giorni scorsi hanno provocato l’uccisione e il ferimento di molti abitanti della regione di confine, spostando centinaia di famiglie, bruciando numerose aziende agricole e raccolti e l’eliminazione del loro bestiame. Nel proseguimento della sua aggressione contro il suolo iracheno, i pasdaran  – in collaborazione con il Primo Ministro Maliki, che è fantoccio del regime clericale – ha stabilito una serie di basi militari sul suolo iracheno. Stazionando artiglieria aggiuntiva e forze di fanteria, l’IRGC ha intensificato la repressione sugli abitanti della zona.
In un altro atto disumano, il regime dei mullah ha tagliato l’acqua del fiume Alvand che scorre in territorio iracheno, mettendo quindi in pericolo la vita e gli allevamenti della popolazione nella città del confine iracheno di Khaneqin.
Maliki si è orrendamente recato a giustificare questi atti atroci il 2 settembre, e ha tenuto gruppi iraniani regionali responsabili dicendo: “Diverse organizzazioni hanno abusato delle condizioni dell’Iraq e l’hanno usato come base e punto d’inizio … Altri paesi ci danno questo diritto … Ce lo si riconosca. Essi meritano di impedire che le attività del Partito Laburista PJAK od i Mojahedin-e Khalq (PMOI) per quanto riguarda l’Iran, o il Partito Laburista del Kurdistan Iracheno “(al-Ettejah TV). È andato al di là di questo il 9 settembre, annunciando che userà la forza militare contro i gruppi di opposizione iraniani nel Kurdistan iracheno e condurrà guerra contro di loro (al-Hurra TV).
La Resistenza Iraniana chiede al Consiglio di Sicurezza dell’ONU, USF-I, Lega Araba ed Unione Europea di condannare tale bellicosità e anti-aggressioni umane, e di intraprendere azioni urgenti per evitare la loro continuazione.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

12 settembre 2011

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,397FollowersFollow