giovedì, Dicembre 8, 2022
HomeNotizieResistenza IranianaL'avvertimento del PACE all'Iraq sui membri dell'opposizione iraniana

L’avvertimento del PACE all’Iraq sui membri dell’opposizione iraniana

“I dissidenti iraniani residenti a Camp Liberty sono persone protette secondo la 4a Convenzione di Ginevra e non devono essere estradati in Iran”, ha avvertito il Consiglio d’Europa.

 

Il Comitato del Consiglio sugli Affari Politici e la Democrazia ha definito i commenti del ministro della giustizia iracheno, che ha affermato che l’Iraq accoglierà qualunque richiesta di estradizione dell’Iran, “preoccupanti”.

In un comunicato si afferma: “Questo Comitato avverte che ciò costituirebbe una violazione del principio di ‘non-refoulement’ ed una contravvenzione alle leggi e alle convenzioni internazionali.

“I residenti di Liberty sono persone protette secondo la 4a Convenzione di Ginevra e, secondo l’UNHCR, hanno diritto alla protezione come stabilito dalle leggi internazionali.

“Inoltre, se ciò avvenisse, sarebbe una violazione dell’accordo firmato dall’Iraq e dagli Stati Uniti nel Dicembre 2011, con il quale l’Iraq si impegnava a garantire la sicurezza e l’incolumità dei residenti fino alla loro partenza dall’Iraq”.

Il comunicato aggiunge: “Vi sono circa 3000 rifugiati iraniani nel campo e, a tutt’oggi, 116 sono stati uccisi, 7 (tra i quali 6 donne) sono stati presi in ostaggio, 18 sono morti a causa del blocco sanitario e 1300 sono stati feriti negli attacchi, precisamente in 4 attacchi missilistici nel 2013.

“Questo Comitato esorta le autorità irachene ad accogliere la richiesta dell’UNHCR a che il Governo dell’Iraq faccia tutto il possibile per garantire un ambiente sicuro e protetto per questa popolazione. Le autorità irachene devono anche rilasciare i 7 ostaggi rapiti da Campo Ashraf.

“Questo Comitato incoraggia il Consiglio d’Europa e gli stati membri a considerare favorevolmente le richieste di trasferimento dei residenti di Liberty, specialmente dato che l’UNHCR ha chiesto a tutti i paesi di raddoppiare gli sforzi per trovare una soluzione umanitaria per queste persone, fuori dall’Iraq”.

A Camp Liberty in Iraq, vivono migliaia di membri dell’opposizione iraniana dell’Organizzazione dei Mojahedin del Popolo Iraniano (PMOI/MEK) che avevano vissuto per decenni a Campo Ashraf, sempre in Iraq.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,485FollowersFollow