domenica, Dicembre 4, 2022
HomeNotizieResistenza IranianaIran: Studenti si preparano alle proteste anti governative della Giornata dello Studente

Iran: Studenti si preparano alle proteste anti governative della Giornata dello Studente

CNRI – Il 7 Dicembre, conosciuto come la Giornata dello Studente, è l’anniversario dell’omicidio di alcuni studenti dell’Università di Tehran avvenuto nel 1953.

Le associzioni studentesche e gli attivisti delle università iraniane si stanno preparando alle proteste del 7 Dicembre, Giornata dello Studente, rilasciando dichiarazioni che sollecitano gli altri a partecipare all’organizzazione delle proteste.

Le dichiarazioni colpiscono duramente le politiche repressive del regime iraniano, sopratutte quelle cruente adottate contro i cittadini iraniani e gli studenti, che mirano ad arresti di massa e attacchi violenti da parte delle forze di sicurezza dei mullah nei vari campus universitari.
Una dichiarazione emanata dagli studenti dell’università Khajeh Nasir di Tehran, ricorda le misure barbariche adottate dal regime contro le vaste rivolte del Giugno 2009, dicendo: ” I nostri ricordi sono stati macchiati per sempre dalle immagini dei nostri amici gettati dai balconi, porte e finestre rotte, pallottole, manganelli, gas lacrimogeni, fumo, e dal ricordo di amici che hanno versato il proprio sangue per questa causa, o che sono stati arrestati o torturati”.

Studenti della Libera Università di Tehran ricordano in un’altra dichiarazione le memorie dolorose de loro amici uccisi, Ashkan Sohrabi e Amir Javadifar, durante le rivolte del 2009 da parte delle forze soppressive.

“Questo mese ricorda gli anni delle lotte degli studenti che in questo paese hanno combattuto contro la tirannia e il terrore. Questo mese è dedicato agli studenti”, si legge nella dichiarazione, dove si aggiunge che la lotta continua.

In aggiunta alla rabbia contro il regime clericale, nella dichiarazione traspare anche la determinazione degli studenti, che promettono di rimanere saldi nella ricerca della democrazia e di lavorare per ottenere la liberazione dei colleghi in carcere.

I rapporti indicano che oltre 90 studenti sono stati incarcerati dal regime clericale dal Giugno 2009, secondo il Giornale Daneshjou.

Studenti dell’Università Norshivani di Bobol, hanno chiesto il rilascio di tre dei loro amici, minacciando il regime di “liberare i compagni e porre fine alla vendetta e all’arroganza”.

Studenti dell’università di Tehran hanno espresso la speranza  nella Giornata dello Studente “la coscienza politica degli studenti parteciperà attivamente alle proteste per porre le proprie legittime richieste”.

All’Università Amir Kabir, gli studenti hanno chiesto ai propri compagni di partecipare attivamente alle proteste del 7 Dicembre per ” gridare insieme che l’università è ancora viva”.

Il 7 Dicembre, conosciuto come la Giornata dello Studente, è l’anniversario dell’omicidio di alcuni studenti dell’Università di Tehran avvenuto nel 1953.

L’anniversario si è trasformato in un appuntamento annuale dove gli studenti di varie università iraniane esprimono la propria avversione per il regime.

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,418FollowersFollow