mercoledì, Febbraio 8, 2023
HomeNotizieIran NewsIran - Siti nuclearii: dove e quanti sono

Iran – Siti nuclearii: dove e quanti sono

 da Elisa Arduini     
ImageSecondoprotocollo, 3 giugno – Mesi fa su pace-sviluppo pubblicai la dislocazione dei siti nucleari iraniani frutto di un rapporto di Unacr molto dettagliato. Ora, dopo le analisi di Mohammad Mohadessin e gli interventi del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana, ne ripropongo i dettagli per evidenziare come il programma nucleare iraniano non possa, con queste strutture, considerarsi un programma civile, considerando anche il fatto che alcuni di questi siti erano fino a poco tempo fa segreti e che nemmeno l’Aiea (l’agenzia internazionale per l’energia atomica) poteva avere accesso a detti siti.

Bonab: situato alle coordinate N38° 25’ E45° 54’ vicino alla città di Tabriz è sede dell’omonimo centro di ricerca nucleare. In questo centro si sviluppano i vettori per il trasporto di testate chimiche e nucleari. All’interno sono posizionate circa 300 centrifughe per l’arricchimento dell’Uranio. Vi lavorano principalmente tecnici russi e iraniani.

Bushehr: situato alle coordinate N28° E51’ nato da un progetto della tedesca Siemens che ha poi seguito lo sviluppo di un reattore ad acqua leggera che tuttavia non ha portato a termine scatenando una disputa legale ancora in corso con il governo di Teheran. Attualmente con l’aiuto di tecnici russi si sta ultimando la costruzione di tre reattori nucleari nei pressi della località di Halileh [aka Haleyleh, 28°49’58"N 50°52’44"E] anche se è sempre “erroneamente” chiamato sito di Bushehr. E’ sicuramente uno dei siti più importanti. Gli ispettori dell’AIEA (Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica) in un primo momento hanno avuto accesso limitato all’impianto, poi non hanno più avuto accesso. Si calcola che nei grandi tunnel sotterranei siano all’opera circa 400 centrifughe.

Damghan: situato alle coordinate N36° 10’ E54° 20’ è il principale sito iraniano per la produzione di armi chimiche e per lo studio dei vettori terra terra. Negli ultimi anni è stato allargato con una sezione dedicata allo sviluppo nucleare. Una parte della struttura è adibita a deposito e stoccaggio di armi chimiche tra le quali SARIM, TABUM, FOSGENE, AGENTE ARANCIO.

Esfahan: situato alle coordinate N32° 40’ E51°40’ è sicuramente il principale centro del programma nucleare iraniano. Sede di una famosissima università è situato in una zona strategica e praticamente non attaccabile dal cielo. Fanno parte del sito di Esfahan altri piccoli centri collegati tra loro da grandi tunnel sotterranei e cioè: Fudan FRM 32°36’31 " N 51°45’07  E Fazadan FRM 32°36’00 " N 51°45’00 " E Fizadan PPL 32°35’55 " N 51°45’31 " E Shahrestan PPL 32°37’52 " N 51°43’08 " E Shahzadeh Ebrahim SHRN 32°32’18 " N 51°50’22 " E. Nei grandi laboratori sotterranei si trovano un reattore miniaturizzato per la ricerca di costruzione cinese frutto dell’accordo tra Iran e Cina per la cooperazione nucleare firmato il 21 gennaio 1990 che include anche la costruzione di un reattore per la produzione del plutonio ancora in costruzione ma quasi ultimato. Esfahan è anche il più grande centro di sviluppo e costruzione di missili terra terra in grado di trasportare testate chimiche e nucleari. L’Iran continua ad espandere la struttura dove si calcola ci siano almeno 3000 centrifughe anche se in merito non ci sono conferme ufficiali in quanto l’ingresso agli ispettori AIEA è stato interdetto a quasi tutti gli impianti sotterranei. Nei laboratori di Esfahan lavorano tecnici russi, cinesi, nord coreani e ultimamente pakistani per un totale di circa 2000 persone più oltre 3000 tecnici iraniani.

Karaj: situato alle coordinate N35°50′ E51°00′ il centro di ricerca nucleare per l’agricoltura e la medicina di Karaj è uno dei più attivi degli ultimi periodi. Tecnici cinesi vi stanno posizionando un vasto sistema di centrifughe per l’arricchimento dell’uranio. Il centro è difeso direttamente dai pasdaran della rivoluzione e non è stato concesso agli ispettori dell’AIEA di accedervi. Notizie provenienti dall’intelligence russa attribuiscono al sito di Karaj una importanza fondamentale nel programma nucleare iraniano.
 
Altri siti meno importanti ma in continua evoluzione sono a:

   – Abadan                   N30°21′     E48°17′                
   – Abu Musa Island      N25°52′     E55°01′                
   – Aliabad                   N34°47′     E51°05′                
   – Arak                       N34°05′     E49°41′                
   – Bandar Abbas          N27°11′     E56°16′                
   – Bonab                     N38°25′     E45°54′
   – Chalus                    N36°40′     E51°25′
   – Darkhovin               N30°45′     E48°24′                
   – Dorud                     N36°00′     E51°29′
   – Fasa                       N28°56′     E53°38′                
   – Gamsar                   N35°40′     E51°45′                
   – Gostaresh                N35°28′     E48°53′
   – Khorramabad           N33°28′     E48°21′                
   – Kukh-e-Barjamali     N35°39′     E51°39′                
   – Lavizan                   N35°46′     E51°29′
   – Manzariyeh              N35°49′     E51°28′                
   – Mashhad                  N36°18′     E59°35′                
   – Mo’allem Kalaych      N36°26′     E50°29′                
   – Neka                        N36°39′     E53°17′
   – Parchin                     N35°31′     E51°46′                
   – Qazvin                      N36°15′     E50°01′                
   – Qeshm Island            N26°57′     E56°16′                
   – Saghand                   N32°32′     E55°15”                
   – Saidabad                  N29°27′     E55°40′                
   – Sultanatabad             N35°47′     E51°28′                
   – Sarji                         N32°46′       E59°35′                
   – Semnan                     N35°34′     E53°23′                
   – Shahriyar                   N35°39′     E51°03′                
   – Shiraz                        N29°36′     E52°32′                
   – Seman                       N35°07′     E47°05′
   – Shahroud                   N36°25′     E55°00′                
   – Shargfabad                N36°25′     E55°00′                
   – Sirri Island                 N25°54′     E54°31′                
   – Sirjan                         N29°27′     E55°40′
   – Tabas                         N32°48′     E60°13′                
   – Tabriz                         N38°05′     E46°15′                
   – Tehran                       N35°40′     E51°25′
 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,944FollowersFollow