mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeNotizieIran NewsIran: Scontri tra la popolazione e le forze repressive in varie parti...

Iran: Scontri tra la popolazione e le forze repressive in varie parti di Tehran, Karaj e Kermanshah

Festa del Fuoco – No. 6

“Abbasso il dittatore” si è gridato nei distretti di Gheytariyeh ed Ekbatan a Tehran

Molti giovani arrestati a Kermanshah

Giovani coraggiosi in diverse parti di Tehran e in altre città, continuano a celebrare la Festa del Fuoco trasformandola in teatro di scontri con il fascismo religioso al potere in Iran e manifestando la loro rabbia nei suoi confronti.

 

A Tehran, i giovani di Gheytariyeh hanno marciato dalla zona collinare del parco fino a Vashngah street, intonando slogans contro il regime di Khamenei ormai alla fine, come “Levatevi dai piedi Bassiji” e gridando la loro rabbia nei confronti del governo teocratico e dei suoi mercenari. Le forze di sicurezza hanno chiuso tutte le strade verso Gheytariyeh per impedire alla gente di andare in quella direzione. Mercenari hanno attaccato la folla sparando gas lacrimogeni per cercare di disperderla e arrestando due persone. Ma questi giovani coraggiosi hanno attaccato la polizia e liberato i due uomini che erano stati fermati.

A Gheytariyeh e Gheozar sono continuati gli scontri tra i giovani e gli agenti del regime che gli hanno sparato contro gas lacrimogeni.

Ad Ekbatan la gente ha gridato “Morte al dittatore”. I mercenari hanno attaccato la folla sparando moltissimi lacrimogeni. La gente ha lanciato granate sonore dalle finestre e dai tetti dei palazzi sugli agenti del regime per farli scappare.

Nel distretto di Azadi, nonostante le minacce della polizia per impedire alla gente di riversarsi nelle strade, la popolazione si è scontrata con le forze repressive nelle strade che conducono ad Azadi Square.

A Majidieh, Nezamabad ed Ariyashahr, moltissimi giovani, sfidando i leaders del regime, hanno ampiamente celebrato la Festa del Fuoco. Molti di loro si sono scontrati con i mercenari del regime.

Alle 18:30 nel distretto di Fardis a Karaj, la popolazione e i negozianti si sono scontrati con le forze di sicurezza che cercavano di disperderli.

Alle 20:30 i giovani della zona di Vakil Abad a Kermanshah si sono scontrati con la polizia. I mercenari hanno arrestato molti di questi giovani.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

18 Marzo 2014

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,397FollowersFollow