giovedì, Dicembre 8, 2022
HomeNotizieIran NewsIran: Sciopero, protesta a Isfahan

Iran: Sciopero, protesta a Isfahan

Rivolta in Iran – N. 191

A partire dalla mattina di martedì 31 luglio, autisti e proprietari di camion e un folto gruppo di persone, fra le quali molti giovani, nella città di Isfahan hanno inscenato una protesta contro l’aumento vertiginoso dei prezzi, le ripetute interruzioni di corrente elettriche e le politiche disumane del regime clericale nel distretto industriale cittadino di Amirkabir (ora chiamato Nuovo Shapour). Successivamente hanno marciato verso le vie principali della città.

I negozianti hanno smesso di lavorare e tutti i negozi sono stati chiusi. Infuriati per l’inflazione galoppante, i prezzi elevati, la corruzione e la repressione, la folla gridava: “Morte ai prezzi elevati, morte alla disoccupazione”, “Morte al dittatore”, “Dignitosi lavoratori di Shapour, sosteneteci, sosteneteci”, “Dignitosi iraniani, sosteneteci, sosteneteci” e “Funzionari incompetenti, dimettetevi, dimettetevi”.
Riferendosi alle vuote promesse del regime, i manifestanti gridano “Queste sono tutte bugie!”. Gli operai della città prendono parte alla manifestazione portando cartelli di protesta contro i prezzi elevati e le condizioni di vita terribili.
Molte forze repressive e unità anti-sommossa sono state dispiegate sulla scena e su diverse strade per disperdere la folla e impedirne l’espansione.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
31 luglio 2018

 

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,483FollowersFollow