lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeNotizieIran NewsIran: Rouhani si mette in ridicolo minimizzando gli effetti delle sanzioni americane

Iran: Rouhani si mette in ridicolo minimizzando gli effetti delle sanzioni americane

La radice di tutti i problemi è il regime, che depreda le ricchezze del paese per finanziare terrorismo e guerre

Sabato 10 Novembre il presidente del regime clericale Hassan Rouhani, al termine di una riunione congiunta con i capi delle tre altre branche del governo, ha dichiarato:

“Gli americani non avevano nulla di nuovo da fare, così hanno stilato una lunga lista: da una parte hanno elencato i nomi delle banche, dall’altra hanno annotato le loro filiali; da una parte hanno inserito il nome di una compagnia aerea e dall’altra, per riempire la pagina, hanno elencato i numeri di serie degli aeromobili.”

Nonostante tutte le bugie e le incongruenze, egli ha poi rassicurato che il problema delle sanzioni non riguarda né il cibo né i farmaci: “Hanno preso di mira il sistema bancario e l’esportazione del petrolio, alcuni altri prodotti d’esportazione, che sono fonte di reddito, e fondi importanti per il paese. Per quanto riguarda i beni essenziali e di prima necessità, non ci sono problemi, ed i nostri magazzini sono più che pronti a fronteggiare eventuali emergenze per diversi mesi; inoltre, per quanto concerne la loro produzione ed importazione, ed altre necessità, non ci sono, neanche qui, problemi di alcun tipo.”
La dichiarazione di Rouhani conferma che le lacrime che i piccoli ed i grandi leader del regime si trovano a versare a causa delle sanzioni non sono causate dalla carenza di cibo o medicinali ma da una mancanza di fondi per il finanziamento della repressione, delle uccisioni, e delle guerre. Il problema del popolo iraniano non è la mancanza di cibo né quella di farmaci, né lo sono le sanzioni, ma il clero corrotto e criminale, che da quattro decenni depreda le risorse del paese, oppure decide di spenderle per l’esportazione del terrorismo, le politiche belligeranti, ed i progetti nucleari e missilistici. I mullah sono persino arrivati a sequestrare il cibo ed i medicinali che sarebbero spettati al popolo per servirsene loro stessi.
In un momento in cui vengono alla luce, l’una dopo l’altra, le operazioni terroristiche portate avanti in Albania, Francia, Stati Uniti, Belgio, Danimarca e Norvegia, Rouhani afferma falsamente: “Gli americani vogliono far credere che l’Iran finanzia il terrorismo. La nazione iraniana è sempre stata in prima fila nella lotto contro il terrorismo, ed è sempre stata la prima ad attivarsi per porre fine al suo finanziamento.”

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
11 Novembre 2018

 

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,448FollowersFollow