sabato, Gennaio 28, 2023
HomeNotizieIran NewsIran: prigioniero politico in grave necessità di cure mediche

Iran: prigioniero politico in grave necessità di cure mediche

CNRI – I medici hanno avvertito delle gravi condizioni del prigioniero politico Ahmad Daneshpour Moqaddam, uno degli arrestati il 27 Dicembre 2009 nel giorno dell’Ashura.

Diversi medici hanno scritto una lettera ai responsabili sanitari della prigione illustrando le gravi condizioni di questo prigioniero politico, la perdita di un terzo del suo peso e le sue continue emorragie. La lettera recita: “Ahmad Daneshpour Moqaddam, soffre di emorraggie da un anno. Il  test per la colite ulcerosa e le cure non hanno dato esito positivo. Finora ha perso 30 kg, a causa della massiccia emorragia interna, dei suoi iniziali 90 kg.”

I medici hanno chiesto ai funzionari della prigione di prendere misure urgenti per questo prigioniero politico.

Ahmad Daneshpour Moqaddam, ora nella prigione di Evin, è stato arrestato insieme a suo padre Mohsen Daneshpour, sua madre Mottahareh Bahrami e sua moglie Raihaneh Haj Ibrahim Dabagh, il 27 Dicembre 2009 e tutti sono stati trasferiti alla prigione di Evin.

Due settimane dopo il loro arresto, il quotidiano di stato Kahayan citava i magistrati dicendo che i quattro arrestati erano stati condannati a morte. Tuttavia, le sentenze di morte di sua madre e sua moglie sono state commutate in condanne a 10 e a 15 anni di prigione.

Alcuni familiari di Ahmad ed Hossein Daneshpour Moqaddam sono associati all’opposizione iraniana, l’Organizzazione dei Mojahedin del Popolo Iraniano (OMPI/MEK), ad Ashraf e Camp Liberty.

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,899FollowersFollow