mercoledì, Febbraio 8, 2023
HomeNotizieIran NewsIran: Otto impiccagioni a Saveh, Naghadeh e Zahedan

Iran: Otto impiccagioni a Saveh, Naghadeh e Zahedan

quattro nuove condanne a morte

ImageCNRI, 21 agosto  – Il regime dei mullah ha impiccato due prigionieri i cui nomi non sono stati rivelati nella città del Sud-Est di Zahedan, ha annunciato questa mattina la radio di Stato. Ieri, due prigionieri identificati come Ali Qalandari e Rassoul Gord sono stati impiccati nella città di Naghadeh nel Nord-ovest dell’Iran. Il regime iraniano ha impiccato in pubblico tre prigionieri identificati come Mahmoud Moghimi, Mohammad Share’i e Davoud Share’i nella città di Saveh nella provincia centrale, ha riportato l’agenzia di stampa ufficiale IRNA il 19 agosto.

Le impiccagioni aveva iniziato la  indignazione popolare. Il sito web della televisione di Stato il 16 agosto ha annunciato l’impiccagione di un prigioniero non identificato dal regime a Zahedan, nel Sud-Est. Quattro altri prigionieri saranno inviati alla potenza. Si tratta di Amir H., Ali ed Abolfazl, ha riportato il quotidiano ufficiale Javan lunedì. La formazione di nuovi organi repressivi come "la Corte di sicurezza speciale", con una nuova onda di misure di repressione pubbliche brutali contro la gioventù, è i segni di un regime disperato confrontato a sollevamenti popolari. I mullah cercano di pendere i prigionieri politici sotto carichi di reati di crimini ordinari per sfuggire alle gravi ripercussioni internazionali. La resistenza iraniana attira l’attenzione del segretario generale dell’ONU, dell’alto commissario per diritti dell’uomo, del Consiglio dei diritti dell’uomo ed di tutte le organizzazioni internazionali dei diritti dell’uomo sulla nuova onda di esecuzioni e chiama alla nomina di un relatore speciale per controllare costantemente i diritti dell’uomo in Iran.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

 il 21 agosto 2007

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,942FollowersFollow