domenica, Dicembre 4, 2022
HomeNotizieArticlesIran - Obiettivo: La macchina del terrore degli Ayatollah

Iran – Obiettivo: La macchina del terrore degli Ayatollah

di :Alireza Jafarzadeh
Fonte: FoxNews
 
ImageSotto tutti gli aspetti , la scorsa settimana è stata orrenda per il regime religioso di Tehran.
Attraverso una serie di scontri e di rapporti, la condotta criminale del regime in patria, in Iraq e nel Golfo Persico, è nuovamente finito sotto i riflettori internazionali.
 
Il Presidente Bush, condannando i governanti di Tehran che impongono la repressione e sofferenze economiche in patria e che cercano di " intimidire i confinanti lanciando missili balistici e con una retorica bellicosa", chiede agli stati del Golfo Persico di ribellarsi contro Tehran "prima che sia troppo tardi", ha detto durante la sua visita negli Emirati Arabi.

Il Gen.David Petraeus ha detto il 12 Gennaio ai giornalisti che gli attacchi contro le forze americane in Iraq con l’utilizzo di Penetratori Esplosivi (EFP) forniti da Tehran, sono aumentati " con un indice di due o tre" da Gennaio.
 
La peggior batosta per gli ayatollah , tuttavia, è arrivata Mercoledì, a metà settimana, quando il Dipartimento del Tesoro americano ha inflitto alle Forze del Qod, il cuore del terrorismo di Tehran in Iraq e nella regione, maggior sanzioni. Le Forze del Qod sono una delle cinque forze facenti parte del Corpo delle Guardie Rivoluzionarie islamiche(IRGC).
 
La Tesoreria, descrivendo le Forze del  Qod come " il principale mezzo a disposizione del regime per coltivare e supportare i terroristi e i militanti islamici", sotto l’Ordine Esecutivo 13438, ha inflitto delle sanzioni al suo Comandante, il Brigadiere Generale Ahmed Foruzandeh ,e ad altri due delegati iracheni del Qod Force con l’accusa di " minacciare la pace e la stabilità dell’Iraq e del Governo iracheno".
 
Procedendo sulla scia della designazione , avvenuta lo scorso Ottobre, dell’intero Qod Force come sostenitore del terrorismo e il conseguente inserimento dell’IRGC nella lista nera insieme al Min.della Difesa e a varie banche statali per la proliferazione di armi di distruzione di massa , la designazione del 9 Gennaio ha inflitto un’altra  importante batosta alla macchina del terrore di Tehran.
 
Il Brigadiere Gen. Forunzandeh è il vice Comandante di Ramezan Garrison del Qod Force nell’Iran occidentale , e si occupa degli affari iracheni.
Come veterano dell’IRGC, Foruzandeh è pratico della soppressione  in patria, come pure della direzione del terrorismo al di là dei confini iraniani, soprattutto in Iraq.
 
Prima del 2003, per molti anni ha comandato Fajz Garrison nella città sud-occidentale di Ahwaz, che è subordinata a ramezan Garrison.
Foruzandeh , conosciuto in Iraq come "Abu Shahab", teneva sotto il suo controllo la Brigata Badr, il Movimento Sarollah e il Movimento Seyed al.Shohada.
 
Acclamato per aver pianificato e comandato una serie di operazioni terroristiche compiute dalla Brigata Badr contro il principale gruppo di opposizione iraniano (MEK) in Iraq nel 1990, è stato promosso come vice comandante di Ramezan Garrison.
I deputati di Foruzandeh sono il Brigadiere Gen. Obeidani, il Brig. Gen. Balalek e il Colonello Heidar Saki.
 
In una conferenza del Marzo 2007 a New York ho rivelato il ruolo centrale che Foruzandeh ha giocato nella formazione dei militanti estremisti iracheni in Iraq:" Foruzandeh, conosciuto in Iraq coem "Abu Shahab", ha supervisionato le operazioni terroristiche contro le Forze della Coalizione e personalitè irachene ;la loro base si trova nel principale edificio del Qod Force a Tehran (l’ex Ambasciata americana).
 
Sulla base delle informazioni  ottenute dalle mie fonti interne al regime iraniano unite a quelle ottenute dal principale gruppo di opposizione iraniano, il MEK, ho delineato il processo attraverso il quale il Consiglio Supremo per la  Rivoluzione islamica in Iraq (SCIRI) , attualmente consciuto come Consiglio Supremo islamico iracheno( Sciic), era in contatto diretto con Foruzandeh per coordinare l’invio degli iracheni selezionati per essere allenati in Iran sotto la falsa apparenza di pellegrini.
 
Sin dal 2003, con la rivelazione della losca ingerenza di Tehran in Iraq, molti esponenti politici indipendenti iracheni si sono posti come obiettivo quello di colpire il gruppo di Foruzandeh.
La Tesoreria nel suo rapporto su Foruzandeh dice che "In aggiunta al supporto finanziario e materiale per gli attacchi contro le Forze della Coalizione, Foruzandeh ha supportato il gruppo di miliziani Shia con l’obiettivo di uccidere.
Il 25 Luglio 2005 Foruzandeh ha tenuto una conferenza con i rappresentanti degli Hezbollah iracheni e altri gruppi Shia, chiamati a continuare ad eliminare tutti i nemici della rivoluzione islamica , compreso il personale della sicurezza e dei servizi segreti , i capi tribali ed gli esponenti religiosi".
 
Un’altro ignobile individuo messo nella lista nera la scorsa settimana è Abu Muatafa Al-Sheibani la cui" rete sponsorizzata dall’Iran era stata creata per colpire i processi politici irachei a favore dell’Iran", secondo il Dipartimento del Tesoro.In una conferenza del Gennaio 2007 a Washington, ho parlato della sua rete:" La rete di Abu Mustafa Sheibani consiste in circa 300 professionisti con lo scopo principale di attaccare le forze americane in Iraq usando IEDs e armi da fuoco".
 
Abu Mustafa Sheibani è un ex membro del Qod Force e si è laureato all’Università Imam Hosseini dell’IRGC.
Sheibani ha legami familiari con Ali Yonesi (ex Min.dei Servizi Segreti iraniani) , con il Brig. Gen. Ghassem Soleimani dell’IRGC( Comandante del Qod) e con il comandante dell’IRGC Reza Saifollahi.
 
Il rapporto della Tesoreria reca una descrizione che condanna  la rete di Al-Sheibani. Si dice che "Nel Marzo 2007, Al.Sheibani , che   ha trasportato missili di Katyusha da essere utilizzati  per gli attacchi contro le Forze della Coalizione , ha lanciato i missili ciontro gli americani e ha fatto dei filmati degli attacchi con cui ricattare l’Iran per avere in cambio dei  soldi".
Il rapporto aggiunge che :"Nel tentativo  di provocare instabilità in Iraq , Al-Sheibani e la sua rete si sono posti come obiettivo gli ufficiali governativi iracheni. Al-Sheibani ha guidato gli attacchi contro il Capo della polizia irachena di Najaf, in Iraq , e contro il vice governatore iracheno di Najaf, sempre in Iraq."
 
All’inizio della scorsa settimana , con cinque navi veloci del Corpo delle Guardie Rivoluzionarie islamiche, hanno colpito provocatoriamente tre navi della Marina americana lanciando delle mine nel mare per provocare le forze americane, e l’intero mondo ma soprattutto gli stati del Golfo persico, sono stati così testimoni del forte desiderio di conflittualità e bellingeranza che nutre Tehran.
 
Nel frattempo all’interno dell’Iran "La grande quantità di Esecuzioni e Amputazioni" non dissuade gli abitanti di Qaemshahr nella provincia di Mazandaran sul Mar Caspio, che la scorsa settimana sono insorti per protestare contro la carenza di approvigionamenti e per dare fuoco agli uffici governativi. L’Iran, che è seconda nel mondo quanto a grandezza delle riserve di gas, sta andando incontro a un inverno freddissimo, senza precedenti, e gran parte del paese è stato coperto di neve in questi giorni.Alcuni ribelli hanno messo in ridicolo il Presidente Mahmoud Ahmadinejad dicendo"Invece di combattere tutto il mondo dovresti risolvere le nostre esigenze di base".
 
Descrivendo il regime religioso come "lo stato del mondo che sponsorizza il terrore", il Presidente Bush ha osservato che Tehran "invia centinaia di milioni di dollari agli estremisti in tutto il mondo, mentre la sua popolazione si trova a dover affrontare la repressione e le difficoltà economiche in patria".Alla popolazione iraniana ha detto:"Arriverà il giorno in cui la popolazione iraniana avrà un governo che abbraccerà la libertà e la giustizia, e l’Iran farà parte della comunità delle nazioni libere".
 
Questo giorno arriverà molto prima solo se le capacità di Tehran nella soppressione in patria e nel terrorismo all’estero verrà repressa con misure punitive di natura economica, politica e diplomatica da parte della comunità internazionale.
è anche necessario che gli Stati Uniti e i Membri del Congresso discutano per aiutare il movimento democratico iraniano rimuovendo le restrizioni arbitrarie contro il principale gruppo di opposizione iraniano.
 
Jafarzadeh ha rivelato la rete terroristica in Iran e i suoi campi di addestramento   sin dal 2003.Ha scoperto  per primo l’esistenza del sito di arriccimento d’uranio di Natanz e di Arak nell’Agosto 2002

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,416FollowersFollow