domenica, Gennaio 29, 2023
HomeNotizieArticlesIran-nucleare: Gli Stati Uniti parlano di nuove prove dell'ambizione nucleare dell'Iran

Iran-nucleare: Gli Stati Uniti parlano di nuove prove dell’ambizione nucleare dell’Iran

di Alireza Ronaghi

ImageTEHRAN (Reuters) 13 NOV – Domenica l’Iran ha respinto le fresche accuse degli Stati Uniti circa le sue ambizioni atomiche come un tentativo per bloccare una riunione cruciale del comitato di controllo sul nucleare dell’ONU di questo mese.
Funzionari degli Stati Uniti hanno detto che nuove prove indicano che l’Iran ha realizzato progressi significativi in ci che denominano ٍ   il suo inseguimento segreto alle armi nucleari e che questo ha rinforzato l’argomento per una maggiore pressione internazionale su Tehran perché ponga termine al programma.

Il portavoce del Ministero degli Esteri Hamid Reza Asefi ha rifiutato le accuse come un tentativo di  accrescere pressione su Tehran.

" un altro polverone prima della riunione del consiglio dello IAEA per avvelenare l’atmosfera del consiglio stesso," ha detto in una conferenza stampa.

Il consiglio dell’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica si riunisce il 24 novembre per decidere se rinviare l’Iran al Consiglio di Sicurezza dell’ONU per possibili sanzioni dopo non essere riuscito a convincere le potenze mondiali che le sue ambizioni atomiche sono interamente pacifiche.
Il New York Times ha segnalato sabato che funzionari di rilievo dei servizi informativi americani hanno informato lo IAEA a metà luglio  circa il contenuto di ci che hanno detto essere un laptop computer iraniano rubato.ٍ

Un funzionario degli Stati Uniti ha detto che i dati non erano definitivi, ma "fortemente indicativi che l’Iran aveva fatto progressi significativi verso il rafforzamento dell’armamento".

Fonti vicino allo IAEA hanno confermato che funzionari della CIA avevano fatto una presentazione alla sede di Vienna dell’agenzia in luglio, ma ha detto che la prova non era netta.
"C’era una riunione in luglio in cui ci sono state mostrate informazioni —  principalmente relative alla progettazione del cono di un missile, cioè, il posto in cui sarebbe alloggiata la testata," ha riferito una fonte.

"Le informazioni non sono sembrate conclusive, ‘la pistola fumante ‘. Nessuno ha aumentato questi dati finora e non siamo nella posizione per sapere se i dati sono venuti effettivamente dagli Iraniani."

L’Iran, che ha mantenuto un programma segreto di arricchimento dell’uranio per 18 anni fino al 2003, nega le accuse dell’Occidente di stare provando a costruire armi nucleari con il pretesto di un programma di energia nucleare e dice che desidera soltanto generare elettricità.
"Il reclamo infondato ci fa ridere.  Non utilizziamo i laptops per mantenere i nostri documenti riservati, " ha detto Asefi.

Ha ripetuto che l’Iran ha intenzione di arricchire l’uranio sul suo territorio, rifiutando implicitamente quella che i diplomatici dicono sia una proposta russa per disinnescare il dissidio nucleare con Tehran.

I diplomatici hanno detto che il piano di Mosca gode dell’appoggio esitante dell’Unione Europea e degli Stati Uniti.  Lascerebbe che l’Iran converta l’uranio, ma l’arricchimento sarebbe effettuato in Russia.
COMPROMESSO RUSSO?
Un diplomatico dell’UE ha detto che gli Stati Uniti e l’UE spingeranno affinché l’Iran sia rinviato al Consiglio di Sicurezza nella riunione dello IAEA del 24 novembre se snobba la presunta proposta russa.

Il New York Times, citando ed i partecipanti Europei degli Stati Uniti alla riunione di luglio, ha detto che i funzionari dell’intelligence degli Stati Uniti avevano indicato a funzionari dello IAEA dati da più di 1.000 pagine di simulazioni su elaboratore iraniani e di rapporti di esperimenti.
I funzionari degli Stati Uniti, ha detto il giornale, hanno sostenuto che i dati mostrano un prolungato sforzo per progettare un testata nucleare ed costituiscono "la prova più evidente che, malgrado l’insistenza dell’Iran nel sostenere che il suo programma nucleare è pacifico, il paese sta provando a sviluppare un testata compatta che si adatti ad essere alloggiata nel suo missile Shahab, che puٍ raggiungere Israele ed altri paesi nel Medio Oriente".

Ma il New York Times ha detto che a parte Gran-Bretagna, Francia e Germania, che si sono unite a Washington nel richiedere che l’Iran sospenda le attività nucleari sospette, altre nazioni sono scettiche.
Gli esperti nucleari dicono che i dubbi sull’intelligence degli Stati Uniti sull’Iran sono alimentati dal fatto che le accuse di Washington circa il potenziale di armi non convenzionali iracheno si sono dimostrate in gran parte false.

Shahin Gobadi, un portavoce del gruppo iraniano di opposizione con sede a Parigi che per primo ha rivelato il programma segreto di Tehran nel 2002, ha detto di non essere la fonte del laptop rubato.

Ma ha detto che il suo gruppo, il Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana, ha tuttavia le prove che l’Iran sta lavorando alle testate nucleari nel complesso di Hemmat a nord-est di Tehran ed a Parchin, un sito militare a 30 chilometri (20 miglia) a sud-est di Tehran.
Da un processo di "reverse-engineering" di un missile da crociera ottenuto dall’Ucraina, l’Iran "ha acquisito padronanza della tecnologia per produrre missili (con capacità nucleari) da crociera e sta realizzando grandi progressi verso questo fine," ha detto Gonadi.

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,898FollowersFollow