lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeNotizieResistenza IranianaIran: “Non ci faremo ingannare dai sorrisi di Rouhani”, dice un illustre...

Iran: “Non ci faremo ingannare dai sorrisi di Rouhani”, dice un illustre politico dell’UE

“Non ci faremo ingannare dai sorrisi di Hassan Rouhani. Se fosse un vero moderato, sin dal primo giorno della sua presidenza avrebbe protestato contro le esecuzioni che avvengono in Iran.

Avrebbe rilasciato i prigionieri politici. Avrebbe fermato le aggressioni con l’acido contro le donne e molte altre pene brutali”, ha dichiarato il Dr. Alejo Vidal-Quadras, Presidente del Comitato Internazionale In Search of Justice, nel suo discorso di giovedì alla manifestazione che migliaia di iraniani hanno organizzato in concomitanza con la visita di Hassan Rouhani in Francia.

Il Dr. Alejo Vidal-Quadras, ex-vice Presidente del Parlamento Europeo, alla folla di membri e attivisti dell’opposizione iraniana e ai loro sostenitori ha detto: “Rouhani non si preoccupa delle esecuzioni. Lui dice che giustiziare la gente è sia un comandamento di Dio, che una legge approvata dal parlamento che appartiene al popolo e che loro li giustiziano solamente, ma che questo non ha nulla a che fare con loro. Ve lo immaginate? Il mondo intero è inorridito dal numero delle esecuzioni in Iran e il presidente di quel paese dice di non averci niente a che fare. Questa è la vera faccia di Rouhani. Davvero voi avete il diritto di chiamarlo ‘il presidente delle 2000 esecuzioni’ e di dire che non è il benvenuto in nessuna capitale europea”.

“Oggi noi siamo qui per dire a voce alta che l’Iran non potrà mai diventare un paese democratico e un buon amico della comunità internazionale grazie a Rouhani o a nessun altro che appartenga a questo regime. L’Iran ha un movimento di Resistenza organizzato guidato da una donna competente. L’Iran ha bisogno del PMOI, del CNRI e del Piano in 10 punti di Maryam Rajavi per liberare la sua popolazione da questa brutale repressione e liberare la comunità internazionale dal terrorismo e dall’estremismo”.

“Sta all’Occidente e alla comunità internazionale in generale rendersi conto che per qualunque questione che riguardi l’Iran esiste un organismo tollerante e democratico a cui rivolgersi, ed è il Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana guidato da Maryam Rajavi. Qualunque ritardo nell’accettare questa realtà porterà ad altre esecuzioni e a maggior repressione per il popolo iraniano, ad altri massacri e a maggior insicurezza in Siria, Iraq, Yemen e nell’intera regione mediorientale”.

A questa grande manifestazione sono intervenuti anche Sid Ahmad Ghozali, ex-Primo Ministro algerino, Gilbert Mitterrand, Presidente della Fondazione France Libertés e figlio del defunto presidente francese François Mitterrand, il Senatore Jean-Pierre Michel; Giulio Maria Terzi, ex-Ministro degli Esteri italiano, José Bové, parlamentare europeo francese, Rama Yade, ex-Segretario di Stato francese per i Diritti Umani, Henri Leclerc, illustre avvocato e giurista francese, Dominique Lefevbre, membro dell’Assemblea Nazionale francese, Jean- François Legaret e Jacques Boutault, sindaci del 1° e 2° arrondissement di Parigi, Struan Stevenson, Presidente dell’European Iraqi Freedom Association (EIFA); Michel Kilo, membro dell’opposizione siriana e Marzieh Babakhani, membro del Consiglio Centrale del PMOI/MEK. 

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,446FollowersFollow