giovedì, Dicembre 1, 2022
HomeNotizieResistenza IranianaIran: Maryam Rajavi commemora il Dr. Mosaddegh

Iran: Maryam Rajavi commemora il Dr. Mosaddegh

CNRI – La Presidente eletta del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana, Maryam Rajavi, ha promesso di proseguire la lotta per la libertà in Iran durante un discorso tenuto in occasione dell’anniversario della morte del Dr. Mohammad Mosaddegh, leader del Movimento Nazionalista Iraniano.

Mosaddegh, morto nel Marzo 1967, fu uno strenuo difensore del popolo iraniano e degli interessi nazionali iraniani. Il suo governo è stato caratterizzato non solo da un lotta decisa per la libertà e l’indipendenza, ma anche dalla mancanza di corruzione e di tirannia. Praticamente tutto il contrario degli attuali governanti dell’Iran di oggi.

Poi, quando Ruhollah Khomeini divenne leader supremo, i  mullah stravolsero tutto il lavoro di Mosaddegh, soprattutto la sua nazionalizzazione dell’industria petrolifera iraniana, cosa che ha messo fine all’indipendenza dell’Iran sui proventi del petrolio.

Dopo che Khomeini prese il potere, disse: “Il nostro cammino non è il cammino del petrolio… La nazionalizzazione del petrolio non è una priorità per noi. E’ sbagliato… mettere da parte l’Islam per elogiare qualcuno che ha nazionalizzato il petrolio”.

Dopodiché Khomeini ha sprecato il petrolio iraniano e lo ha messo in vendita.

Maryam Rajavi ha detto: “Khomeini e i suoi eredi non sopportano Mosaddegh non solo per la sua brillante vittoria nella nazionalizzazione del petrolio, ma anche per gli inestimabili passi che ha fatto per porre fine al dispotismo, alla corruzione, alla povertà e per riportare la democrazia nei vari ambiti della vita dell’Iran. Egli ha tracciato una via totalmente differente da quella dello Scià e di Khomeini”.

Nonostante il governo di Mosaddegh sia stato breve, solo 28 mesi, egli resta una figura fondamentale per le politiche progressiste e democratiche in Iran.

Tra gli altri successi per cui viene ricordato Mosaddegh ci sono:

• il riequilibrio del budget iraniano

• la riforma dell’esercito

• il riequilibrio dei commerci iraniani con l’estero

• la riforma sanitaria

• la riforma del sistema giudiziario

• la riforma dell’istruzione

• la revoca dei tribunali speciali e straordinari

• la creazione di una nuova edilizia pubblica

Queste questioni vennero incluse nel suo piano in nove punti approvato nel 1952 dopo le proteste popolari.

Massoud Rajavi, una volta ha detto: “Mosaddegh non era un individuo, ma rappresentava una causa. E’ stato bersagliato da tutte le direzioni per la sua causa che aveva a cuore l’indipendenza, la libertà e una lotta incessante contro il colonialismo straniero e contro la dittatura e il fondamentalismo interno”.

I giovani dell’Iran, ispirati da Mossadegh e dall’Organizzazione dei Mojahedin del Popolo Iraniano (MEK), recentemente hanno dato vita a proteste anti-regime in tutto l’Iran, chiedendo perché l’Iran non abbia un governo democratico.

Maryam Rajavi ha detto: “Questa è una questione fondamentale che ha reso il popolo iraniano deciso a conquistare la libertà, la democrazia e l’uguaglianza. Noi promettiamo di proseguire la lotta per il rovesciamento del regime teocratico e che non ci fermeremo fino a che le aspirazioni della nostra nazione per una terra prospera e libera da ogni forma di discriminazione, non verranno realizzate”.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,413FollowersFollow