domenica, Dicembre 4, 2022
HomeNotizieResistenza IranianaIran: Maryam Rajavi chiede agli U.S.A. e all'ONU di garantire la sicurezza...

Iran: Maryam Rajavi chiede agli U.S.A. e all’ONU di garantire la sicurezza a Camp Liberty fino a che tutti i residenti non abbiano lasciato l’Iraq

Attacco missilistico a Camp Liberty,- Comunicato No. 6

Dopo la scarica di missili lanciata stanotte su Camp Liberty dalle milizie affiliate alla forza terroristica Quds, Maryam Rajavi, Presidente eletta del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana ha elogiato l’eroica perseveranza dei residenti di Liberty, augurando una pronta guarigione ai feriti di questo criminale attacco. 

Maryam Rajavi ha detto che questo attacco missilistico contro Camp Liberty, soprattutto dopo il blocco disumano che impedisce da otto giorni l’arrivo al campo del carburante e del cibo, dimostra che la dittatura religiosa al potere in Iran è terrorizzata dall’Organizzazione dei Mojahedin del Popolo Iraniano  (PMOI/MEK) e dalla Resistenza Iraniana, che considera una minaccia esistenziale.

“Per questa ragione”, ha precisato Maryam Rajavi “il regime dei mullah si oppone a qualunque soluzione per Liberty, che garantirebbe la sicurezza e l’incolumità dei suoi residenti e cerca di ostacolarla. L’unica opzione accettabile, secondo il regime, sarebbe che i residenti di Liberty venissero obbligati ad arrendersi e ad abbandonare la loro lotta o che venissero eliminali fisicamente”.

Maryam Rajavi ha chiesto al Consiglio di Sicurezza dell’ONU, all’Unione Europea e ai suoi stati membri di condannare con fermezza questo attacco criminale contro Camp Liberty. Ha poi aggiunto che ormai non c’è più alcun dubbio sull’intenzione del regime iraniano di provocare un bagno di sangue a Camp Liberty e che quindi è ancora più urgente che Stati Uniti e Nazioni Unite intervengano per garantire ed assicurare sicurezza ed incolumità ai residenti di Liberty, fino al momento in cui tutti loro non avranno lasciato l’Iraq. Maryam Rajavi ha poi sottolineato che ciò sarebbe coerente con i ripetuti impegni presi per iscritto dagli Stati Uniti e dall’ONU riguardo alla sicurezza e all’incolumità dei residenti di Camp Liberty.

Più di 50 missili sono piovuti su Camp Liberty, diversi dei quali sono atterrati fuori dal campo. L’attacco ha causato enorme distruzione e incendi nel campo e i missili hanno creato crateri ampi più di due metri e profondi circa un metro e mezzo. Secondo le notizie giunte fino a mezzanotte, 40 persone sono rimaste ferite durante l’attacco.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

4 Luglio 2016

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,421FollowersFollow