lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeNotizieResistenza IranianaIran: Le continue e disumane atrocità del regime nel campo dello sport

Iran: Le continue e disumane atrocità del regime nel campo dello sport

I criminali mullah al potere in Iran, che considerano il popolo iraniano loro schiavo, hanno riempito questo paese con le loro idee e opinioni reazionarie durante i loro terribili 37 anni di governo, costringendo alla fine questa nazione a retrocedere di decenni. Questo regime sta ora insultando e oltraggiando i tifosi sportivi negli stadi per poter così cementare un clima di paura tra i giovani, impedendogli così di dimostrare il loro odio e di ribellarsi al loro potere. 

Le forze di polizia repressiva del regime hanno trasferito in carcere 26 abitanti di Tabriz (Iran nord-occidentale). Questi individui sono stati arrestati il 20 Novembre 2015 durante una partita locale di calcio, dopo che avevano protestato contro un programma televisivo che aveva palesemente insultato e mancato di rispetto alla comunità turca iraniana (gli Azeri). Il regime ha recentemente tenuto delle udienze in un tribunale-fantoccio di Tabriz, presieduto dal criminale giudice Mohammad Ali Piri, condannando tutti e 26 alla fustigazione, al pagamento di una multa e a pene detentive.

La condanna alla fustigazione per questi individui è stata emessa in un momento in cui una sentenza simile, emessa contro 35 studenti universitari di Ghazvin (Iran nord-occidentale), ha sollevato un’ondata di condanne internazionali e la pesante denuncia di queste misure da parte dell’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Diritti Umani.

Cari compatrioti iraniani,

La situazione economica e la crescente povertà della gente sta ulteriormente mettendo in pericolo la vita della stragrande maggioranza della nostra nazione ogni giorno che passa. Gli alti esponenti del regime stanno continuamente saccheggiando miliardi delle ricchezze della nostra nazione. Le misure illegali e disprezzo per la vita e le proprietà delle persone, da parte degli agenti del regime dei mullah, sono in aumento e la società è divenuta una polveriera sul punto di esplodere. Con le fustigazioni, le torture e le esecuzioni il regime dei mullah in Iran sta cercando di intimidire con il suo potere interno, costringendo il popolo iraniano al più completo silenzio. È nostro dovere di esseri umani e di dignità nazionale unire le forze e mettere questi criminali tra la spazzatura della storia con le nostre stesse mani.

La comunità internazionale e le Nazioni Unite devono condannare più energicamente che mai questo regime malvagio e senza speranza per i suoi crimini contro il popolo iraniano e difendere i diritti e le libertà individuali e collettive del popolo iraniano.

Moslem Eskandar Filabi

Presidente della Commissione Sportiva

Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

3 Giugno 2016

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,448FollowersFollow