domenica, Dicembre 4, 2022
HomeNotizieResistenza IranianaIran - Iraq: Le forze al comando del primo ministro iracheno impediscono...

Iran – Iraq: Le forze al comando del primo ministro iracheno impediscono l’arrivo del cibo e delle medicine prescritte dai medici a Campo Liberty

Quel criminale del maggiore Ahmad Khozair, del servizio di intelligence iracheno, sta impedendo da oltre una settimana a due camion carichi di cibo acquistato dai residenti di Camp Liberty, di entrare nel campo.

Ciò comporta che da una parte, il cibo contenuto in questi camion sta marcendo e, dall’altra, che Liberty non ha nessuna  provvista di cibo a causa della mancanza di celle frigorifero e dei magazzini necessari, quindi i residenti rischiano di rimanere presto senza cibo. Il Governo dell’Iraq ha intensificato le molestie ai residenti impedendo al cibo di arrivare a Liberty.

Con un altro atto disumano, domenica 9 Marzo, gli agenti del primo ministro iracheno hanno impedito l’acquisto dei medicinali ai pazienti che si erano recati all’ospedale di Baghdad. Uno di questi agenti, che agisce su ordine di Ahmad Khozair, ogni giorno si reca in ospedale con i pazienti e li tormenta in vari modi.

Uno dei pazienti di ritorno a Liberty pochi giorni dopo aver subito un intervento a cuore aperto, ha chiesto che venisse accesa l’aria condizionata nell’ambulanza, ma questo agente lo ha impedito. Cosicché, una volta giunto a Liberty, le condizioni del paziente si erano aggravate a causa del caldo.

Ahmad Khozair ha partecipato direttamente al massacro e al rapimento del 1° Settembre 2013 e al massacro dell’8 Aprile 2011 ad Ashraf ed ora svolge il ruolo principale nell’imposizione del blocco sanitario ai richiedenti asilo di Camp Liberty. Il divieto a poter accedere liberamente ai servizi sanitari e il ritardo nelle cure dei pazienti, ha portato finora alla molte lenta di 18 residenti di Ashraf e Liberty.

La Resistenza Iraniana mette in guardia contro le conseguenze di questo disumano assedio e della presenza di elementi come Ahmad Khozair, che sono le premesse per un altro massacro e chiede alle Nazioni Unite e agli Stati Uniti di prendere provvedimenti immediati per porre fine a questo crudele assedio e alla presenza di criminali a Liberty, in base alle loro ripetute garanzie scritte fornite riguardo alla sicurezza e l’incolumità dei residenti di Liberty.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

11 Marzo 2014

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,418FollowersFollow