mercoledì, Febbraio 8, 2023
HomeNotizieResistenza IranianaIran - Iraq: Inasprimento dell'assedio a Camp Liberty, accesso ai servizi medici...

Iran – Iraq: Inasprimento dell’assedio a Camp Liberty, accesso ai servizi medici interdetto ai residenti e ostruzionismo allo smaltimento dei liquami

Appello per la revoca di questo assedio disumano e l’espulsione di elementi criminali da Camp Liberty

Con un provvedimento disumano, domenica 2 e lunedi 3 Febbraio, le forze di repressione irachene al comando di Maliki hanno impedito alle cisterne per i liquami di entrare nel campo per svuotare le cisterene per le acque nere e le hanno tutte mandate via.

Al momento, il campo sta affrontando un grave problema riguardo allo svuotamento delle cisterne delle acque nere. A causa dello sversamento di queste cisterne o della loro rottura, i liquami possono fuoriuscire inquinando il campo e provocando la diffusione di pericolose malattie.

Dal 9 Gennaio 2014, Sadeq Mohammed Kadhim e Ahmed Khozair, entrambi attivamente coinvolti nel massacro dei residenti di Ashraf, hanno inasprito l’assedio e le pressioni esercitate sui residenti del campo, limitando lo svuotamento delle cisterne per le acque nere e l’arrivo del carburante al campo. Ahmed Khozair ha ordinato che in qualunque momento, solo due veicoli possono svuotare le cisterne per i liquami, mentre in precedenza c’erano cinque cisterne destinate a questo tipo di lavoro.

Nel frattempo, limitare l’arrivo di carburante porterà presto ad aggravare il problema della mancanza di elettricità.

In un altro episodio, il 2 Febbraio su ordine di  Ahmed Khozair,  un’ambulanza che stava trasportando dei pazienti è stata bloccata per un ora e mezza, facendo sì che alcuni di loro mancassero ai loro appuntamenti con il medico.

Inoltre, l’incaricato del primo ministro che, in violazione a tutti gli accordi, accompagna i pazienti in ospedale a Baghdad, ha molestato i pazienti, ha interferito nei loro problemi sanitari ed ha introdotto alcune restrizioni. Con un altro atto disumano, ha impedito ad un paziente di sottoporsi a delle analisi di laboratorio e ad un altro di acquistare le medicine prescritte dal medico.

La Resistenza Iraniana rende note queste misure provocatorie e pericolose messe in atto da elementi come  Ahmed Khozair e chiede alle Nazioni Unite e agli Stati Uniti, che tante volte si sono impegnati per iscritto riguardo alla sicurezza e all’incolumità dei residenti di Camp Liberty, di adottare tutti i provvedimenti necessari per porre fine a questo blocco criminale e a far sì che elementi come  Ahmed Khozair vengano rimossi dal campo.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

4 Febbraio 2014

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,942FollowersFollow