domenica, Dicembre 4, 2022
HomeNotizieIran NewsIran: Il ricatto dei mullah ringalluzziti alla vigilia dei colloqui sul nucleare

Iran: Il ricatto dei mullah ringalluzziti alla vigilia dei colloqui sul nucleare

CNRI – Il Generale di Brigata Masoud Jazayeri, vice-comandante delle forze armate del regime iraniano, alla vigilia dei colloqui sul nucleare di Almaty è ricorso al ricatto ed ha minacciato gli U.S.A. e l’Europa di “creare nuovi problemi” e di dare “dure lezioni”.
Ha detto: “I gruppi di Al-Qaeda e gli altri servizi che conducono le loro operazioni secondo la volontà degli U.S.A., cambieranno presto l’ambiente operativo verso altri luoghi e, da ora in poi, nuovi problemi verranno creati agli U.S.A. e all’Europa”.
“Le tecnologie che alcuni di questi gruppi possiedono oggigiorno, gli danno la possibilità di minacciare le strutture statunitensi. Ora il mondo è divenuto più piccolo e la capacità di accedere ad altre parti del mondo è alla portata di molti,” ha aggiunto.
Questa è una ammissione senza precedenti sulla comunicazione e il coordinamento tra il regime dei mullah e Al-Qaeda.
Il regime dei mullah, ringalluzzito dai negoziati infiniti con i paesi occidentali, sta minacciando i popoli di Europa e Stati Uniti.
Questo comandante dell’IRGC ha detto: “Se i popoli di Europa e Stati Uniti non affrontano il comportamento ambizioso ed aggressivo dei loro governi, non possono stare lontani da potenziali sfide future.”
Jazayeri ha anche minacciato di aumentare le interferenze del regime nei paesi della regione e ha detto: “Oggi, contrariamente al passato, molti paesi hanno pieno accesso ad altri paesi e questa questione è particolarmente importante all’interno della dimensione militare poiché ha cambiato i rapporti e, se questi governi aggressivi non vorranno accettare questo fatto, la storia impartirà loro una dura lezione.” (Agenzia di stampa ILNA – 23 Febbraio 2013)
Questi ricatti indicano che questo regime non rispetta nessun principio né legge e la continuazione dei negoziati con i governanti criminali dell’Iran li ha solo rinvigoriti. Una politica pericolosa che ha portato alla perdita delle vite di migliaia di persone innocenti in Iran ed in diversi paesi del mondo.
La via per fermare il terrorismo di stato sponsorizzato dal regime iraniano, determinato ad acquisire la bomba atomica, non sono i negoziati, le offerte di “serie e sostanziali” concessioni da parte dei paesi occidentali e pagare il riscatto ai killers del popolo iraniano, ma avere delle misure concrete e vincolanti da parte del Consiglio di Sicurezza dell’ONU, imporre sanzioni globali contro questo regime e processare i suoi leaders per crimini contro l’umanità.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
25 Febbraio 2013

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,416FollowersFollow