mercoledì, Febbraio 1, 2023
HomeNotizieIran NewsIran- Il procuratore di Teheran:le donne che infrangono il codice vestimentario invieranno...

Iran- Il procuratore di Teheran:le donne che infrangono il codice vestimentario invieranno in esilio

ImageCNRI, 27 aprile  – Il procuratore di Teheran, Saïd Mortazavi ha detto che "la maggioranza dei manichini (nome dato alle donne che non rispettano il codice vestimentario obbligatorio) che appaiono in pubblico appartiene alle bande criminali e sarà inviata in esilio interno", ha riportato il quotidiano molto ufficiale Kayhan. Mortazavi è conosciuto per la sua implicazione nella violazione e la morte di Zahra Kazemi, la photojournaliste irano-canadese, l’11 luglio 2003.

Un medico, il dott. Chahram A’zam che si è in seguito fuggito in Canada, aveva esaminato il corpo della signora Kazemi in occasione del suo trasferimento di emergenza all’ospedale Baghitollah prima della sua morte l’11 luglio. Secondo il dott. A’zam che lavorava in quest’ospedale militare della guardiani della rivoluzione, non soltanto la signora Kazemi era stata violement battuta, ma così "selvaggiamente violata". Accusata di spionaggio, la signora Kazemi era stata interrogata e battuta da agenti del procuratore ed il ministero delle informazioni, a volte in presenza di Mortazavi. Protetto dalla guida suprema dei mollahs Ali Khamenei, Mortazavi è conosciuto sotto il nome del "macellaio della stampa", per avere chiuso più di 140 giornali, settimanali e pubblicazioni su ordine di suono mentor.

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,910FollowersFollow