lunedì, Gennaio 30, 2023
HomeNotizieIran NewsIRAN: il MOIS invia i suoi aguzzini nelle città occidentali iraniane dopo...

IRAN: il MOIS invia i suoi aguzzini nelle città occidentali iraniane dopo le proteste anti-regime

Appello per un’azione immediata che garantisca il rilascio delle persone arrestate durante le proteste di Mahabad

CNRI – Il Ministero dell’Intelligence del regime iraniano (MOIS) ha inviato un gruppo di suoi scagnozzi ad interrogare e torturare le persone arrestate la scorsa settimana durante le proteste anti-regime.

Gli agenti sono stati inviati nelle prigioni di molte città grazie al coordinamento degli uffici del MOIS nelle province del Kurdistan e dell’Azerbaijan occidentale.

Centinaia di persone sono state arrestate durante le proteste del 7 Maggio della popolazione di Mahabad e di altre città di questa regione nei giorni seguenti. Oltre che nelle prigioni di Mahabad e Sanandaj, gli arrestati sono stati trasferiti nelle prigioni di Orumiyeh, Miando’ab e Naqadeh.

Contemporaneamente all’invio degli scagnozzi da Tehran, sono state notevolmente inasprite le misure di repressione e controllo nelle prigioni di questa regione e il livello di presenza delle forze repressive all’interno delle prigioni stesse. Nella prigione di Mahabad, le visite settimanali ai detenuti sono state sospese e i loro telefoni sono stati isolati. In più gli aguzzini sono ricorsi a perquisizioni irregolari delle sezioni e stanno interrogando molti detenuti politici.

La Resistenza Iraniana chiede alla popolazione, ed in particolare ai giovani della regione, di sostenere gli arrestati delle proteste di Mahabad e di esprimere la loro solidarietà alle famiglie dei detenuti. Inoltre sollecita le agenzie internazionali, in particolare l’Alto Commissario per i Diritti Umani, l’Inviato Speciale sulla Situazione dei Diritti Umani in Iran e gli incaricati del mandato sugli arresti arbitrari e la tortura di condannare le atrocità commesse dal regime dei mullah nel Kurdistan iraniano e di intraprendere un’azione rapida ed efficace per fermare le torture e garantire il rilascio di tutte le persone arrestate nelle proteste di Mahabad e delle altre città del Kurdistan.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

14 Maggio 2015

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,914FollowersFollow