mercoledì, Dicembre 7, 2022
HomeNotizieArticlesIran: Il Governo inglese lotta per mantenere proscritto il principale gruppo di...

Iran: Il Governo inglese lotta per mantenere proscritto il principale gruppo di opposizione iraniano

Clare Dyer, editore legale
Fonte: The Guardian
. Ritenere la messa nella lista nera come decisione perversa, dice la corte
. I Parlamentari e i Lords riguardino il caso dei Mojahedin del Popolo

Il governo si deve appellare oggi contro una decisione della corte,vinta da 35 Parlamentari e Lords, che dovrebbe rimuovere i Mujahideen del Popolo iraniano(PMOI) , la principale organizzazione d’opposizione iraniana, dalla lista delle organizzazioni terroristiche proscritte.

La Commissione per i Ricorsi delle Organizzazioni Proscritte (POAC) ha deciso lo scorso Novembre che la decisione del governo di mantenere il PMOI nella lista era "perversa", illegale e che deve essere rimossa.
 
I parlamentari , appoggiando l’eliminazione dalla lista del PMOI – un’organizzazione che si occupa di rovesciare il regime fondamentalista iraniano per mezzo della democrazia- comprende un ex esperto di diritto, Lord Slym, due ex avvocati e un ex ministro dell’interno, Lord Waddington.
 
Il POAC , un ente costituito dal governo per esaminare i ricorsi provenienti dalle organizzazioni che si trovano nella lista nera inglese, ha deciso che il ministro dell’interno , Jacqui Smith, ha agito illegalmente nel rifiutarsi di eliminare il PMOI dalla lista creata con l’Atto sul Terrorismo del 2000.
 
La commissione , capeggiata dall’ex giudice di alta corte Sir Harry Ognall e ammessa a esaminare materiale segreto, ha detto:" Riconosciamo che una conclusione di perversità è fuori dal comune".
Ha aggiunto: "Crediamo tuttavia, che questa commissione sia nella posizione (forse inusuale) di aver avuto prima di questa tutto il materiale che è rilevante per  questa decisione".
 
Tre anziani giudici, guidati dal capo della giustizia, Lord Phillips, ascolteranno il ricorso del ministro dell’interno. Il POAC ha deciso che nella decisione di mantenere la proscrizione,l’Ufficio degli affari interni ha frainteso la legge e ignorato i fatti. La commissione ha concluso che l’azione del PMOI contro gli obiettivi iraniani è finita sin dal 2001, che l’organizzazione non ha mantenuto alcuna struttura militare, che è stata disarmata nel 2003 e infine che non  ha mai cercato di riarmarsi.
 
Tuttavia, il governo sostiene che il PMOI abbia solo temporaneamente interrotto le attività terroristiche per "ragioni pratiche". Un portavoce del Ministro dell’Interno ha detto: Il PMOI era coinvolto nel terrorismo fino al 2001, e fino al 2003 ha mantenuto un ampio  arsenale nella sua base ad Ashraf, in Iraq. Ora sta cercando di diventare un movimento democratico non violento.
 
"Tuttavia, il nostro giudizio è che il PMOI potrebbe non aver rinunciato in modo sincero al terrorismo e che potrebbe aver interrotto gli atti terriristici solo temporaneamente per ragioni pratiche. Crediamo che ci sia il rischio di un ritorno del PMOI al  terrorismo nel futuro che ne giustifica la conferma della prescizione in questo paese."
 
L’organizzazione ,che promuove campagne per la rimozione del regime iraniano per mezzo di uan democrazia secolare, ha portato l’attenzione mondiale sul programma nucleare dell’Iran nel 2002.
Jack Straw ha affermato nel 2006 che egli ha messo il PMOI nella lista del terrore agli ordini del governo iraniano.
 
La decisione del POAC ha seguito la decisione del 2006 della Corte Europea di Prima Istanza  secondo il quale il PMOI dovrebbe essere eliminato dalla lista nera della UE.
A dispetto di questo decisione, il PMOI rimane nella lista dell’Unione Europea.
 
Masoud Zabeti, un avvocato al Mishcou de Reya e presidente della Commissione degli Avvocati anglo-iraniani ha detto: " Il PMOI ora ha due fonti legali a suo favore, ma il gruppo rimane sia nella lista inglese che in quella della UE."
 
"Se la legislazione sul terrorismo sarà rispettata e non verrà messa in discussione, è fondamentale che il governo rispetti le procedure che il Parlamento ha messo in atto riguardo questi problemi".

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,476FollowersFollow