giovedì, Gennaio 26, 2023
HomeNotizieIran NewsIran: Divieto di vendere petardi

Iran: Divieto di vendere petardi

ImageCNRI, 29 febbraio – Alla vigilia del tradizionale festa iraniano del "Chaharshanbehsouri" del 19 marzo, gli agenti giudiziari del regime dei mullah stanno prendendo durissime misure per limitare la partecipazione pubblica alla manifestazione che negli ultimi anni è diventata un occasione per le proteste anti-governative.Un sito internet statale, lunedì ha citato Eskandar Momeni, il deputato capo delle Forze di Sicurezza statale (SSF) del regime a Tehran per aver detto:" Negli scorsi mesi le SSF hanno portato avanti un certo numero di operazioni che hanno interessato le regioni confinanti fino alle regioni più interne. In queste zone hanno trovato molti petardi".

"Ha avvertito che le Forze di Sicurezza statali (SSF) commerciano ampiamente con coloro che creano fastidio durante la festa", ha aggiunto il sito internet Farda.

Moayedi, capo delle SSF nella provincia Fars ha raccontato Mercoledì all’agenzia di stampa Fars che "il volume e la quantità" dei petardi mostra che si tratta di " un gruppo con l’intenzione di creare agitazione durante la festa di Chaharshanbehsouri",che li hanno importati in Iran.

Moayedi ha detto che il regime iraniano ha lavorato negli scorsi tre mesi per la sicurezza del festival.

Vali Haji Gholizadeh, il procuratore della città di Khoy in una dichiarazione ufficiale ha avvertito i negozianti del luogo di non vendere i petardi al pubblico.
Ha descritto l’atto come illegale e punibile per legge.

"Le Forze di Sicurezza statali (SSF) sono assolutamente in accordo con quelli che eludono la legge", ha detto Gholizadeh.

Nella città occidentale di Kermanshah le SSF hanno dichiarato "un piano speciale per commerciare con i fornitori di petardi". Secondo questo piano, "le persone coinvolte nella fornitura e distribuzione di petardi negli anni passati dovranno essere messi sotto controllo e un’unità di sorveglianza agirà in modo speciale per identificarli", ha riportato l’agenzia di stampa Fars.

Ogni anno questa manifestazione si trasforma in uno scontro tra gli spettatori e i giovani da un lato e dall’altra con i Corpi delle Guardie Rivoluzionarie Islamiche, le forze paramilitari Bassij, gli agenti in borghese ed altre forze soppressive lungo la nazione.

Quest’anno la celebrazione coincide con le elezioni parlamentari in Iran che sono state già boicottate dal principale gruppo di opposizione iraniano, l’Organizzazione dei Mojahedin del Popolo iraniano (PMOI/MEK).

Lo scorso anno, a dispetto delle ampie sanzioni disciplinari assunte in vista della manifestazione, si è trasformato in una protesta anti – governativa, dando fuoco alle immagini dei capi del regime iraniano.
I partecipanti hanno gridato degli slogans inneggiando alla Sig.ra Maryam Rajavi, presidente eletto del Consiglio Nazionale della Resistenza iraniana (NCRI).

—————————————————-

CHAHAR-SHANBEH-SOURI
la tradizionale festa persiana in cui gli iraniani festeggiano l’ultimo mercoledi dell’anno appiccando il fuoco ai cespugli raccolti in campagna e saltando sulle fiamme pronunciano questo slogan: "il mio colore giallo a te, e il tuo colore rosso a me"

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,872FollowersFollow