sabato, Dicembre 3, 2022
HomeNotizieIran NewsIRAN: 62 persone arrestate ad una festa a Bandar Abbas 

IRAN: 62 persone arrestate ad una festa a Bandar Abbas 

CNRI – La polizia repressiva del regime iraniano a Bandar Abbas, Iran meridionale, ha fatto irruzione ad una festa mista arrestando 62 persone che sono state poi trasferite in carcere, hanno riferito i media ufficiali giovedì.

Il quotidiano di stato Shahrvand il 2 Giugno ha scritto che 23 uomini e 39 donne, sorpresi a ballare e a festeggiare, sono stati arrestati durante un’irruzione avvenuta domenica 29 Maggio. 

Anche altri raid simili sono stati compiuti in Iran negli ultimi giorni.

Più di due dozzine di ragazzi e ragazze iraniane sono stati arrestati lo scorso fine settimana dal regime dei mullah per aver partecipato ad una festa mista a Mashhad, Iran nord-orientale.

I 29 giovani sono stati circondati dalla polizia del regime, la sera del 28 Maggio, ad una festa in una villa nei pressi della Danesh Junction a Mashhad.

L’agenzia di stampa ufficiale Rokna ha riferito inoltre che 15 ragazzi e 14 ragazzi sono stati arrestati alla festa e poi portati domenica al tribunale del regime del Distretto 6 di Mashhad per essere processati.

Circa 35 tra ragazzi e ragazze sono stati fustigati la scorsa settimana per aver preso parte ad una festa mista dopo la loro cerimonia di laurea nei pressi di Qazvin, a circa 140 chilometri a nord-ovest della capitale iraniana Tehran, ha detto il procuratore del regime nella città il 26 Maggio.

Ismaeil Sadeqi Niaraki, un noto mullah, ha detto che si era tenuta una sessione speciale del tribunale dopo che tutti i ragazzi e le ragazze presenti alla festa erano stati circondati, ha riferito il 26 Maggio l’agenzia di stampa Mizan, affiliata alla magistratura fondamentalista del regime.

“Dopo essere stati informati che un gran numero di ragazzi e ragazze si stavano mescolando in una villa alla periferia di Qazvin… tutti i partecipanti alla festa sono stati arrestati”, ha detto.

Niaraki ha aggiunto che il mattino seguente ognuno degli arrestati ha ricevuto 99 frustate per punizione, dalla cosiddetta “Polizia per la Moralità”.

Secondo Niaraki visto il significato sociale delle feste miste “queste richiedono ancora una volta una risposta decisa da parte della magistratura, che deve analizzare ed applicare la legge”.

“Ringraziamo Dio che gli interrogatori della polizia, le indagini, le udienze del tribunale, il verdetto e l’esecuzione della pena siano avvenuti in meno di 24 ore”, ha aggiunto Niaraki.

Il procuratore del regime ha affermato che la magistratura non tollererà le azioni di “delinquenti che usano scuse come la libertà e il divertimento alle feste di compleanno e alle cerimonie di laurea”.

Ha poi avvertito i giovani di stare attenti alla loro condotta “dato che essere arrestati a feste miste ed essere condannati sono crimini che creeranno problemi in futuro per la loro istruzione e il loro impiego”.

Il mese scorso le truppe paramilitari Basij del regime iraniano, nell’Iran nord-orientale hanno fatto irruzione a due feste miste nel giro di 72 ore, arrestando 70 persone. Il capo dei fondamentalisti Basij del distretto di Nishapur, Ali-Akbar Hosseini, ha annunciato che le sue truppe erano state allertate per una cosiddetta “festa oscena” in città. Durante il raid 14 ragazzi e 14 ragazze sono state arrestate e trasferite alla locale stazione di polizia.

Anche il 20 Maggio è stato compiuto un raid ad una festa, che ha portato all’arresto di oltre 40 partecipanti, ha detto Hosseini all’agenzia di stampa ufficiale Fars il 21 Maggio.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,410FollowersFollow