sabato, Gennaio 28, 2023
HomeNotizieResistenza IranianaInasprimento del blocco sanitario a Camp Liberty: si impedisce agli interpreti e...

Inasprimento del blocco sanitario a Camp Liberty: si impedisce agli interpreti e alle infermiere di accompagnare i pazienti

Il maggiore Ahmed Khozair, un ufficiale iracheno di stanza a Camp Liberty e legato all’intelligence e al Primo Ministro iracheno, ieri, 5 Gennaio 2014, ha impedito agli interpreti e alle infermiere di accompagnare i pazienti all’ospedale di Baghdad.

Questi assistenti dovevano accompagnare i pazienti malati di cancro per fare loro da interpreti ed assisterli in ospedale o durante gli appuntamenti con gli specialisti fissati diverso tempo addietro. Perciò, ancora una volta, gli appuntamenti presi con medici specialisti per questi pazienti in gravi condizioni, concordati da lungo tempo, non si sono potuti effettuare, cosa che ha portato ad un ulteriore ritardo nelle cure mediche di questi pazienti.

Ogni giorno e senza alcuna ragione, Ahmed Khozair ed altri agenti del primo ministro iracheno impediscono all’ultimo minuto il trasporto di tutti o di alcuni pazienti e interpreti, nonostante i residenti abbiano preso tutte le precauzioni e gli accordi necessari per il trasferimento dei pazienti in ospedale.

Ahmed Khozair è un criminale che è stato direttamente coinvolto nel massacro, nell’esecuzione di massa e nei rapimenti del 1° Settembre 2013 e nel massacro dell’8 Aprile 2011 ad Ashraf. Ha anche avuto il ruolo principale nell’imposizione del disumano blocco sanitario al PMOI. Impedire il libero accesso ai servizi sanitari e ritardare le cure dei pazienti ha finora portato a torturare a morte 16 residenti di Campo Ashraf e Camp Liberty.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

6 Gennaio 2014

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,900FollowersFollow