domenica, Novembre 27, 2022
HomeNotizieResistenza IranianaIl Rep. Eliot Engel: “Il comportamento negativo del regime iraniano nella regione”

Il Rep. Eliot Engel: “Il comportamento negativo del regime iraniano nella regione”

Parlando martedì 24 Gennaio ad un briefing che si è tenuto al Congresso americano, Eliot L. Engel, Ranking Member del Comitato Affari Esteri della Camera, ha condannato il comportamento del regime iraniano nella regione ed in particolare in Siria.

“Se guardiamo al comportamento dell’Iran, vediamo che è stato negativo in Siria. È stato negativo in Libano. I mullah aiutano Hezbollah. Hezbollah è il loro burattino, è il loro gruppo terroristico”, ha detto il Rep. Engel durante una sessione a cui hanno partecipato molti membri bipartisan del congresso e membri delle comunità irano-americane.

Il deputato Engel ha detto alla platea che i membri del Congresso, sia democratici che repubblicani, sono tutti uniti e che “non ci fermeremo fino a che non vedremo un Iran libero e non ci fermeremo fino a che non potremo passeggiare nelle strade di Teheran sottobraccio ad un nuovo Iran democratico”.

Parlando delle Guardie Rivoluzionarie del regime iraniano (IRGC) e dell’accordo sul nucleare ha detto: “Sono terribilmente malvagi e ne abbiamo avuto abbastanza di malvagità nel mondo”.

“Il governo illegittimo dell’Iran è venuto al tavolo dei negoziati perché le sanzioni che noi al Congresso abbiamo stabilito, gli stavano facendo male. Non avevano denaro, il rial, la loro valuta non vale nulla, la loro economia era nelle fogne. Ecco quanto era difficile. Non potevano funzionare. Non hanno denaro per le cose. Sapete, c’è una nuova popolazione giovane in Iran. Non potevano aiutare una popolazione giovane. Niente denaro. Loro avevano bisogno di questi negoziati. Ma anche se l’Iran non aveva denaro e il suo stesso popolo stava morendo di fame, l’Iran ha trovato ancora denaro sufficiente per essere lo stato numero uno del mondo sponsor del terrorismo”.

“E all’epoca io dissi che anche se l’Iran non aveva denaro, era il primo stato del mondo sponsor del terrorismo. Immaginate dopo l’Iran deal, quando hanno ottenuto miliardi e miliardi, centinaia di miliardi di dollari, immaginate con che razza di terrorismo hanno portato il caos nel resto del mondo. Io non volevo essere parte di tutto ciò e questo è l’Iran deal, questo è ciò che ha fatto il JPCOA, e io non volevo farne parte”.

Il deputato Engel ha espresso il suo piacere per il felice trasferimento dei membri dell’opposizione iraniana in Albania da Camp Liberty in Iraq, per il quale ha “lavorato dietro le quinte per accelerare il processo e far sì che fino all’ultima persona a Camp Liberty fosse permesso di partire libera e sicura”.

Questo deputato democratico di New York, ha sollecitato il Governo dell’Iraq “ad onorare i suoi impegni ed a restituire” ai membri dell’opposizione iraniana, l’Organizzazione dei Mojahedin del Popolo Iraniano (PMOI/MEK) la somma di 500 milioni di dollari per i beni presenti a Camp Ashraf e 50 milioni di dollari per i beni a Camp Liberty per pagare le loro spese in Albania. È solo giusto e corretto”.

Il deputato Engel ha detto che quando è stata rivelata una registrazione audio ad Agosto 2016, dell’ex-vice del leader supremo l’Ayatollah Hossein-Ali Montazeri che parlava delle esecuzioni di massa dei membri del MEK e di altri oppositori del regime nel 1988, è stato dimostrato che “tutto quello che il MEK aveva detto, si è dimostrato vero e perciò noi aiuteremo il popolo dell’Iran”.

“Quelli di noi al Congresso che hanno lavorato con voi, si sono impegnati a non fermarsi fino a che il popolo iraniano non sarà completamente libero. E un giorno noi passeggeremo insieme in un Iran libero e indipendente che si prende cura del suo popolo, e non lo opprime”.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,369FollowersFollow