giovedì, Dicembre 1, 2022
HomeNotizieIran NewsIl regime iraniano fa convocare una ginnasta di 10 anni dalla commissione...

Il regime iraniano fa convocare una ginnasta di 10 anni dalla commissione disciplinare

CNRI – Una bambina di 10 anni è stata convocata dalla commissione disciplinare a causa della pubblicazione di alcune sue foto in tenuta da ginnastica!

Sembra che la ragazza abbia partecipato ad una competizione ginnica in Malesia con un abbigliamento “non islamico”, durante un viaggio con la famiglia in Armenia.

L’agenzia di stampa del regime iraniano Tasnim, lunedì 25 Dicembre ha riferito: “Di recente sono state pubblicate le immagini di una ginnasta iraniana che la mostrano mentre partecipa alle competizioni svoltesi nella città di Kuala Lumpur, in Malesia. Questa ragazzina non indossa l’hijab, né un costume appropriato, infatti il suo costume è come quello che i non musulmani indossano durante le gare.

A seguito della pubblicazione delle foto incriminate, Zahra Incheh Daragahi, presidente della federazione ginnica del regime iraniano, ha detto: “La ragazza non è stata inviata dalla federazione. Il viaggio è stato organizzato dalla sua famiglia e il padre l’ha accompagnata. Naturalmente questo è ciò che ho visto nelle foto: che suo padre era con lei durante il torneo. Perciò, è probabile che si sia trattato di un viaggio turistico in compagnia del padre, nel quale la federazione non ha avuto alcun ruolo”.

La presidente della federazione ginnica ha detto anche: “Purtroppo dobbiamo affrontare questo caso ed informeremo il Ministero dello Sport e della Gioventù sulla decisione della commissione disciplinare e sul da farsi. E’ singolare che tutto ciò non ci abbia sorpreso”.

La reazione del padre per le foto della figlia

Farshid Abdiopour, il padre della ragazzina di dieci anni, ha respinto le accuse contro sua figlia, dicendo che sua figlia non ha partecipato alle competizioni ginniche in Malesia. Ha sottolineato che le foto pubblicate sui social networks, si riferiscono agli allenamenti della figlia in Armenia e che lui stesso aveva scattato quelle foto.

“Queste foto non si riferiscono al torneo di Kuala Lumpur, ma agli allenamenti di mia figlia in Armenia. Si tratta della nostra visita in Armenia, con tutta la mia famiglia ed in presenza di mia moglie, di mia figlia e di mio figlio”.

Il padre ha dichiarato inoltre: “Vogliono collegarmi a questa questione. Hanno hackerato le foto dal mio telefono e non so quali foto siano state pubblicate. Mia figlia non è assolutamente andata in Malesia e lo posso provare con il suo passaporto. In Armenia gli esercizi si sono svolti in due luoghi separati per ragazzi e ragazze. Queste foto sono state riprese dopo la fine dell’allenamento e in presenza di allenatori stranieri”.

Infine, sul fatto che sua figlia sia stata convocata dalla commissione disciplinare, ha detto: “I miei viaggi personali non riguardano nessuno. Non c’era nessuna gara lì. Mia figlia si stava allenando e le sale dei ragazzi e delle ragazze erano separate”.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,407FollowersFollow