lunedì, Gennaio 30, 2023
HomeNotizieResistenza IranianaIl parlamentare francese Dominique Lefevre al grande raduno islamico tenuto dall'opposizione iraniana

Il parlamentare francese Dominique Lefevre al grande raduno islamico tenuto dall’opposizione iraniana

CNRI – Il parlamentare francese Dominique Lefevre, ha tenuto un discorso alla recente conferenza tenutasi a Parigi con la leader dell’opposizione iraniana Maryam Rajavi.

“Voglio dirvi, amici della Resistenza Iraniana e amici siriani, perché sono qui. Il nostro paese, la Francia, ed altri stati europei sono stati attaccati dal terrorismo in nome dell’Islam. Questo fenomeno ha colpito la Francia a Gennaio e a Novembre 2015, a Luglio 2016 e più di recente a Parigi. E l’ultimo attacco rivendicato dall’ISIS è stato quello di Manchester, un attacco con un messaggio ben più orribile dei precedenti”, ha detto.

“Perciò, i nostri popoli hanno pienamente compreso la minaccia. Naturalmente la loro richiesta ai loro governi è quella di proteggerli. Io credo che dovrebbero chiedere di più, posizioni più decise verso tutti coloro sostengono il terrorismo in nome dell’Islam… Il fondamentalismo islamico è un’ideologia che risale alla nascita della Repubblica Islamica dell’Iran e al potere dei mullah di quasi 40 anni fa. Gli uomini e le donne vittime di questo terrorismo sono musulmane. Quindi, non solo i musulmani non sono responsabili dei crimini commessi in nome dell’Islam, ma ne sono le prime vittime. Io credo che questo fatto debba essere ripetuto ancora e ancora, perché ci sono grosse discussioni nel nostro paese a questo riguardo…

“Come presidente del Comitato Parlamentare Francese per un Iran Democratico, dico che siamo al vostro fianco e appoggiamo le vostre richieste. Le due richieste principali sono molto legate l’una all’altra. Una è quella che chiede di riconoscere la vera realtà dell’attuale regime iraniano, le sue responsabilità storiche e la sua inflessibilità. Ho sentito diverse dichiarazioni recentemente del governo americano e dei paesi arabi. Noi saremo sempre i rappresentanti che vogliono la massima fermezza e che si rifiutano di fare concessioni al regime dei mullah. Un’altra questione, che riguarda soprattutto la Francia, dove siete stati accolti nel 1981 dall’allora Presidente Mitterrand, è riconoscere la Resistenza Iraniana”, ha detto Lefevre.

“Io credo che sia giunto il momento di unire i nostri sforzi in Francia, in Europa e in tutto il dato che le recenti elezioni hanno dimostrato che il regime iraniano sta affrontando grossi dilemmi all’interno del paese e all’estero. Se ci uniamo, sì, potremo presto avere una iftar a Teheran. Questo è il sogno che ho per tutti voi”, ha aggiunto Lefevre.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,910FollowersFollow