domenica, Febbraio 5, 2023
HomeNotizieIran NewsIl messaggio per il Nuovo Anno del leader del regime iraniano, provoca...

Il messaggio per il Nuovo Anno del leader del regime iraniano, provoca conflitti sulle elezioni presidenziali

CNRI – Il parlamentare iraniano Javad Karimi Ghodoosi, legato al leader supremo del regime Khamenei, ha dichiarato: “Dovrebbe essere eletta presidente una persona che sia motivata e che abbia uno spirito rivoluzionario, dato che la monarchia non risolverà le questioni di governo”.

Karimi Ghodoosi ha aggiunto: “Per quanto riguarda il Joint Comprehensive Plan of Action (JCPOA), Khamenei ha sottolineato che non dobbiamo avere sete di questo accordo. Non  dobbiamo dire che i nostri problemi non si risolveranno a meno che non si firmi un accordo”.

Fars News il 24 Marzo ha scritto: ” Il discorso di Khamenei all’inizio del Nuovo Anno vuole significare che le misure del governo non hanno avuto successo in campo economico e che né il JCPOA, né le misure imposte dalle autorità possono cambiare la vita e le condizioni della popolazione”.

Un membro della Commissione Politica Estera e Sicurezza Nazionale, Naghavi Hosseini, anch’egli legato a Khamenei, ha dichiarato: “Questa amministrazione non può creare una forza economica. Per creare lavoro e dare una spinta alla produzione, il governo sta aspettando notizie da Vienna, da Losanna e da Ginevra”. (Fars News – 24 Marzo)

Il parlamentare iraniano Hamidreza Fouladgar ha detto: “Invece di occuparsi delle questione interne, il governo ha promesso al popolo e agli attori economici, di aspettare per anni i risultati del JCPOA, e dopo l’era del post-JCPOA è arrivata”.(Nasim Online – 24 Marzo)

IRGC News, in numerosi articoli ha accusato il governo Rouhani di inefficienza, soprattutto in campo economico. Ad esempio, cita uno degli esperti economici del regime che ha scritto: “L’inflazione è ancora alta sul paniere di mercato, sui beni fondamentali e sui consumi. La quota di entrate è scesa drammaticamente e la gente è diventata indigente”.(Fars News – 24 Marzo)

Anche un altro giornale legato a Khamenei ha attaccato Rouhani ricordando il suo fallimento nel JCPOA, ed ha scritto: “Finora, non c’è stato nessun trasferimento di denaro tra le banche iraniane e quelle straniere. In realtà il problema esiste ancora”.

Uno di membri della squadra di negoziatori dell’accordo sul nucleare iraniano, Baeedinejad, ha confessato che anche il conto bancario dell’ambasciata iraniana a Londra è ancora chiuso. (Raja News – 24 Marzo)

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,935FollowersFollow