mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeNotizieIran NewsIl Direttore della Gestione delle Risorse Idriche del regime iraniano: “La situazione...

Il Direttore della Gestione delle Risorse Idriche del regime iraniano: “La situazione delle falde acquifere sotterranee del paese è ‘disastrosa’”.

 

CNRI – Il Direttore della Gestione delle Risorse Idriche del regime iraniano: “La situazione delle falde acquifere sotterranee del paese è ‘disastrosa’”.

Il Direttore della Gestione delle Risorse Idriche del regime iraniano ha rivelato che 330 pianure del paese stanno affrontando una crisi idrica e ha detto: “La situazione delle falde acquifere sotterranee del paese è un disastro. Un terremoto i cui effetti si vedranno in futuro”. 

Secondo l’agenzia di stampa ufficiale Tasnim, lunedì 3 Ottobre Mohammad Haj Rasouliha, direttore dell’azienda che gestisce le risorse idriche, parlando dei problemi della siccità negli ultimi 9 anni ha detto: “Nonostante la media delle precipitazioni nel paese sia quasi normale, le province di Chaharmahal e Bakhtiari, Yazd, Khorasan, Sistan e Baluchistan, Isfahan e Fars devono affrontare il problema della siccità.

Rasouliha ha parlato delle sfide della gestione delle acque ribadendo: “La gestione della struttura idrica presenta diversi problemi, come la mancanza di attenzione all’utilizzo della terra, la disoccupazione e la legislazione incoerente con le politiche”.

“La protezione delle falde acquifere sotterranee è un altro problema che ha fatto scattare l’allarme”, ha detto. E ha ribadito: “Se il Lago Orumiyeh è interessato dalla crisi attuale, altre 300 lagune e paludi sotterranee sono coinvolte nella crisi idrica”.

Ha poi parlato dei progetti di finanziamento nazionali dicendo: “Non è stato speso denaro dei piani creditizi e dei finanziamenti nazionali e solo una piccola parte di bonds sono stati spesi (per questi progetti)”.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,397FollowersFollow