lunedì, Gennaio 30, 2023
HomeNotizieResistenza IranianaIl criminale “Ministro della Giustizia” del regime iraniano visiterà l'Iraq

Il criminale “Ministro della Giustizia” del regime iraniano visiterà l’Iraq

Il Ministro della Giustizia del regime iraniano Mostafa Pour-Mohammadi, uno dei funzionari principali responsabili del massacro di migliaia di membri dell’opposizione iraniana, ha in programma una visita ufficiale in Iraq. E’ prevista la partecipazione di Pour-Mohammadi, a diversi meetings con altri alti funzionari iracheni, compreso Nouri al-Maliki.

 

Il 9 Marzo Pour-Mohammadi ha brutalmente chiesto l’estradizione dei membri dell’Organizzazione dei Mojahedin del Popolo Iraniano (PMOI/MEK) che si trovano a Camp Liberty e la loro consegna agli assassini che governano l’Iran. In quell’occasione ha detto: “La consegna dei membri del PMOI all’Iran non necessita di una richiesta ma, se il ministro della giustizia iracheno ha dato un tale suggerimento, noi presenteremo di nuovo una richiesta ufficiale per la loro consegna…. questa questione non necessita di una richiesta speciale da parte nostra…. questi membri del PMOI dovranno affrontare la loro punizione”. (agenzia di stampa FARS affiliata all’IRGC) Queste dichiarazioni di Pour-Mohammadi dimostrano le orribili intenzioni del regime dei mullah e del suo governo sottoposto in Iraq, di portare a termine un altro massacro a Camp Liberty. 

La Resistenza Iraniana ha già avvertito i funzionari degli Stati Uniti e dell’ONU perché intraprendano un azione immediata ed efficace per proteggere i residenti di Camp Liberty..

Nel 1988, il regime iraniano giustiziò circa 30.000 prigionieri politici, la maggior parte membri dell’Organizzazione dei Mojahedin del Popolo Iraniano (PMOI/MEK), rinchiusi nelle prigioni iraniane. La maniera deliberata e sistematica con cui queste esecuzioni extra-giudiziali ebbero luogo, costituiscono un crimine contro l’umanità secondo le leggi internazionali. Mostafa Pour-Mohammadi era uno dei tre membri del comitato che ordinò l’esecuzione sommaria dei prigionieri detenuti nella famigerata prigione di Evin a Tehran.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,910FollowersFollow