domenica, Dicembre 4, 2022
HomeNotizieIran NewsIl Consiglio di Diyala protesta per il divieto alla sua delegazione...

Il Consiglio di Diyala protesta per il divieto alla sua delegazione di visitare Liberty il giorno del Eid al-Adha

Il Consiglio Tribale degli Sceicchi di Diyala ha espresso la sua protesta contro le misure prese dalle forze irachene che definiscono come “un divieto alla delegazione di questo Consiglio di visitare Camp Liberty nel giorno di Eid al-Adha”, ha riportato l’agenzia irachena NINA. Il Consiglio Tribale degli Sceicchi di Diyala ha chiesto alle Nazioni Unite di riconoscere questo campo come “campo per rifugiati”.
Il comunicato del Consiglio recita: “Domenica 28 Ottobre 2012, una delegazione in rappresentanza degli sceicchi tribali, degli avvocati e giuristi della Provincia di Diyala, si è recata a Camp Liberty per incontrare i residenti di Liberty e i loro clienti in occasione del Eid al-Adha secondo le tradizioni islamiche e umanitarie. Sfortunatamente, le forze irachene ci hanno impedito di entrare nel campo e di incontrare i residenti.
Nel protestare contro le misure delle forze irachene a questo riguardo, esortiamo tutte le organizzazioni internazionali, nonché le coscienze consapevoli degli iracheni, a condannare questa misura e chiedere al Governo dell’Iraq di consentire agli avvocati iracheni, alle organizzazioni per i diritti umani e alle tribù di incontrare i residenti di Liberty.
Noi abbiamo convissuto con l’OMPI e li conosciamo da più di 25 anni. Sono rifugiati politici secondo le leggi internazionali e, in particolare, secondo la Quarta Convenzione di Ginevra.
Inoltre l’UNHCR ha riconosciuto il loro diritto alla libertà di circolazione e questo diritto deve venir loro garantito.
Noi chiediamo all’UNHCR di riconoscere Camp Liberty come ‘campo per rifugiati’ cosicché non rimarrà alcuna scusa per il GOI e il popolo dell’Iraq potrà far visita a questi rifugiati politici”.

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,416FollowersFollow