mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeNotizieTerrorismoGli Stati Uniti devono intervenire contro i terroristi del regime iraniano

Gli Stati Uniti devono intervenire contro i terroristi del regime iraniano

Nell’ottobre del 1983 gli Hezbollah filoiraniani guidarono un furgone carico di esplosivo nella caserma del Corpo dei Marine degli Stati Uniti a Beirut, in Libano, uccidendo 241 membri delle forze armate americane e ferendone altri centinaia. Questo dopo che, sei mesi prima, un attacco all’Ambasciata Americana a Beirut aveva causato 63 morti, 17 dei quali americani.

Durante le settimane successive il governo degli Stati Uniti e le famiglie delle vittime si batterono per capire cosa fosse successo e perché, dando il via ad un’estesa indagine. Divenne chiaro che l’attacco era stato ordinato dal regime iraniano: a Teheran, nel 2004, fu persino eretto un monumento in ricordo dell’attacco, e così il regime iraniano si fece conoscere come il primo tra i sostenitori del terrorismo.
Da allora le famiglie delle vittime hanno ottenuto una sentenza miliare contro l’Iran in una corte federale, ed hanno lanciato una campagna per ricevere 1.67 miliardi di dollari: questa cifra rappresenta l’ammontare dei capitali iraniani riciclati in segreto dall’istituto finanziario con base a Lussemburgo Clearstream, in un’operazione che fece transitare il denaro a New York. Clearstream e l’Iran affermano che il denaro non è mai stato nella giurisdizione americana – nonostante le prove dicano il contrario – e che quindi non può essere consegnato, ma Trump potrebbe aiutare le famiglie sostenendo la sentenza della Corte d’Appello americana. La Corte d’Appello ha ordinato che il denaro venisse restituito agli Stati Uniti e l’Iran ha fatto ricorso alla Corte Suprema, ma la Corte Suprema vuole sapere se Trump sia d’accordo col fatto che venga accolta l’istanza. Egli dovrebbe suggerire alla corte di respingere l’istanza, non solo per i Marine e le loro famiglie ma anche per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti. Una tale somma di denaro non dovrebbe essere restituita all’Iran, dal momento che il regime non farebbe altro che spenderla per finanziare il terrorismo ed altre attività illegali.
Il generale in pensione James L Jones, membro del Corpo della Marina degli Stati Uniti, presidente del Consiglio Atlantico ed ex consigliere perl a sicurezza nazionale del Presidente Obama, ha scritto: “L’ironia del governo iraniano che cerca il supporto dell’amministrazione di Trump contro le famiglie dei 241 membri delle forze americane che l’Iran assassinò 35 anni fa non passa inosservato nel nostro paese… Quest’amministrazione ha un’opportunità per insegnare al regime iraniano che, per quanto riguarda la lotta per la giustizia delle famiglie delle vittime di Beirut, “si raccoglie ciò che si semina” non è solo un vuoto slogan.”
L’amministrazione di Trump può aiutare a dimostrare la profondità del dolore che gli Stati Uniti provano nei confronti dei Marine e delle loro famiglie ed assicurarsi che il regime iraniano sappia che l’America non dimenticherà il suo attacco, né smetterà di lottare per prevenire e fermare simili azioni criminali.

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,397FollowersFollow