martedì, Novembre 29, 2022
HomeNotizieResistenza Iraniana“Gli slogans delle proteste del 2009 in Iran, rispecchiano quelli del PMOI”,...

“Gli slogans delle proteste del 2009 in Iran, rispecchiano quelli del PMOI”, dice un ufficiale

CNRI – “Gli slogans gridati durante la protesta nazionale del 2009 contro il regime dei mullah in Iran rispecchiano quelli promossi dal principale gruppo di opposizione iraniano, l’Organizzazione dei Mojahedin del Popolo Iraniano (PMOI o MEK)”, ha ammesso un portavoce del leader supremo del regime.

“Possiamo definire la sedizione del 2009 una sorta di versione amplificata della sedizione del 1999”, ha detto Kazem Anbarloui, direttore responsabile del quotidiano di stato Resalat, affiliato all’ufficio del leader supremo, all’agenzia di stampa di stato Fars il 26 Dicembre. Anbarloui si riferiva alla protesta nazionale guidata dagli studenti nel 1999.

“Se date un’occhiata agli slogans utilizzati verso la fine delle rivolte (del 2009), vedete che non hanno nulla a che fare con (la presunta frode) le elezioni ma che parlano invece di un’enorme cospirazione”, ha detto.

“Per come si sono svolti i fatti ci si sarebbe aspettati di sentire slogans contro il vincitore delle elezioni e invece i manifestanti gridavano ‘Morte al principio del velayat-e faqih (il potere assoluto dei religiosi)’, invocando una ‘Repubblica Iraniana’ (invece della Repubblica Islamica)”.

“E’ interessante notare che quando sono state pubblicate le immagini della base del PMOI a   Campo Ashraf , lo slogan principale che avevano scritto a grandi lettere nella loro piazza d’armi era lo stesso: ‘Morte al principio del velayat-e faqih”, ha detto Anbarloui.

Kazem Anbarloui ha poi avvertito le varie fazioni del regime di stare attente a non permettere che si ripetano le proteste del 2009, dato l’approssimarsi delle elezioni parlamentari del regime e quelle dell’Assemblea degli Esperti.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,396FollowersFollow