venerdì, Gennaio 27, 2023
HomeNotizieIran NewsGli iraniani protestano contro le aggressioni con l'acido a Tehran, Mashhad, Isfahan...

Gli iraniani protestano contro le aggressioni con l’acido a Tehran, Mashhad, Isfahan e Saqez

Foto: La protesta degli abitanti di Isfahan contro le aggressioni con l’acido – 25 Ottobre 2014

Gli abitanti di Saqez gridano slogan anti-regime per protestare contro le aggressioni con l’acido

Come in altre città della nazione, sabato 25 Ottobre la popolazione di Saqez ha inscenato una manifestazione di protesta contro le aggressioni con l’acido, commesse da bande criminali affiliate alle guardie rivoluzionarie, ai danni delle donne e delle ragazze della nostra madrepatria. La manifestazione si è tenuta alle 13:30 nella Saheli Street, nei pressi del palazzo del governatore.

 

Le forze di repressione e gli agenti speciali, temendo l’espandersi della protesta, hanno attaccato i manifestanti picchiandoli. Questi hanno affrontato le forze di sicurezza gridando “Morte al dittatore!”.

Comitato delle Donne del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

25 Ottobre 2014

Schermaglie tra le donne e le forze di repressione a Tehran

Le donne e i giovani coraggiosi che protestavano a Tehran e che erano stati attaccati dalle forze di repressione della polizia di stato, si sono scontrati con alcuni elementi del regime in Fatemi Square alle 17:00 ora locale.

Le forze anti-sommossa, insieme a quelle repressive, hanno lanciato gas lacrimogeni e al peperoncino e ci sono stati alcuni spari in aria nel tentativo di disperdere le donne.

I manifestanti gridavano: “Quello che getta l’acido è un elemento del regime –  manca la sicurezza”, “Sosteneteci, sosteneteci, gettare l’acido è un crimine” e “Forze di sicurezza vergogna! Vergogna!”

Allo stesso modo, poche ore fa in Azadi Square, donne e giovani coraggiosi hanno inscenato una manifestazione di protesta denunciando i crimini commessi dalle bande associate al regime. I manifestanti hanno gridato: “Il velo non può essere obbligatorio. Vergogna! Vergogna! Dove sono gli occhi delle mie sorelle?” (riferendosi a quelle donne che hanno perso la vista a causa dell’acido).

Le forze di repressione hanno circondato i manifestanti arrestandone molti

Le proteste di oggi a Tehran si sono svolte nonostante una gran massa di IRGC e di forze di repressione appartenenti a varie organizzazioni, fosse stata dispiegata in maniera massiccia in diverse zone di Tehran, come Takht-e Tavous Street, Fatemi Square, Fatemi Street e Valiassr Square. Gli agenti erano in macchina, a piedi e anche su motociclette.

Comitato delle Donne del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

25 Ottobre 2014

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,889FollowersFollow