venerdì, Dicembre 2, 2022
HomeNotizieIran NewsFallito viaggio di una delegazione dell’ intelligence dei mullah in Francia per...

Fallito viaggio di una delegazione dell’ intelligence dei mullah in Francia per cospirare contro la Resistenza Iraniana

CNRI – Nel tentativo di affrontare l’ampio sostegno sociale e politico per la Resistenza Iraniana ed i residenti di Ashraf in Francia, in particolare da parte della maggioranza del Parlamento francese e per coprire la natura e le opere terroristiche dei mullah, il Ministero dell’Intelligence del regime iraniano (MOIS) ha inviato un gruppo di suoi agenti a Parigi dal 18 Settembre al 22 settembre sotto l’ingannevole apparenza di “Associazione per la Difesa delle Vittime del Terrorismo in Medio Oriente”, volta a demonizzare la Resistenza  facendo calunnie contro di essa. In due separate dichiarazioni il 12 gennaio 2011 e 18 maggio 2011 la maggioranza del Senato francese e dell’Assemblea Nazionale ha annunciato il suo sostegno alla Resistenza Iraniana ed ai residenti di Ashraf. La maggioranza dell’Assemblea nazionale francese, che rappresenta la diversità politica di tutto il Parlamento, ha esortato il governo “a riconoscere la Resistenza contro la dittatura religiosa in Iran e avviare i negoziati con il Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana”.
I preparativi per il viaggio degli agenti MOIS sono stati fatti da uno dei collaboratori francesi del MOIS che era andato in Iran lo scorso anno. Gli agenti inviati erano: Ruhollah Latifi Rostami, Zahra Sobhani, Mansooreh Karami, Nader Ganji, Mahmoud Navvab Motlagh e Massoumeh Eskandari. Al fine di nascondere i loro rapporti con l’ambasciata iraniana, hanno contattato uno degli agenti segreti dell’ambasciata fuori dall’ambasciata.
 
Dal momento che i rappresentanti dell’Assemblea francese, sindaci, altri esponenti politici e giornalisti hanno evitato di incontrare gli agenti del MOIS, la loro missione è fallita. Sono solo riusciti a incontrare 3-4 individui che per lo più hanno rifiutato di credere alle loro affermazioni nei confronti dell’OMPI e della Resistenza Iraniana.
Elementi di intelligence dei mullah partecipato a una conferenza dal titolo “Vittime del terrorismo” nascondendo la loro vera identità. L’Agenzia di stampa Fars affiliata con l’IRGC citando Ruhollah Rostami, il cosiddetto direttore dell’associazione, ha scritto sull’obiettivo del convegno: “L’associazione, in qualità di rappresentante dell’Iran e del Medio Oriente sui crimini dei gruppi terroristici, in particolare l’OMPI (Monafeqin) … ha rivelato alcune informazioni. La partecipazione a questa conferenza ha dimostrato che l’OMPI è un pericoloso gruppo terroristico “.
L’agenzia di stampa dell’IRGC, citando un agente chiamato Navvab Motlagh ha scritto: ” la corrispondenza costante dell’associazione con altre ONG in tutto il mondo è una responsabilità importante della diffusione di informazioni. Abbiamo bisogno di una buona spinta per rivelare la natura terroristica dell’OMPI in Europa. in particolare la loro corruzione finanziaria “.
Questa associazione di facciata per il Ministero dell’Intelligence del regime iraniano (MOIS) è stata istituita nel giugno del 2007 sotto il nome di “Edalat (Giustizia)” da un reparto del MOIS dedicato alla repressione dell’OMPI. L’obiettivo di creare questa associazione è stato quello di evitare il depennamento dell’OMPI dalla sua etichetta di terrorista e di impedire le estese attività politiche dell’OMPI in Europa. Amministratori di questa società, tutti membri del MOIS, si sono recati tre volte in Europa (Ginevra, Bruxelles e Parigi) negli ultimi tre anni. Organizzare mostre contro l’OMPI all’interno del paese e l’incontro con gli ambasciatori e rappresentanti di un certo numero di paesi europei sono tra le altre attività di questi elementi. Per nascondere la sua identità, questa associazione si è recentemente autoribattezzata “Associazione per la difesa delle vittime del terrorismo in Medio Oriente”.
La Resistenza Iraniana mette in guardia dagli obiettivi terroristici e complotti del regime dei mullah e dall’invio dei suoi agenti segreti in Francia. Essa esorta le autorità, in aderenza alla decisione del Consiglio UE del mese dell’ aprile ‘97, ad espellere gli agenti MOIS dall’Europa e rifiutare loro il permesso di entrare nei paesi europei.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
29 settembre 2011
 

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,404FollowersFollow