lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeNotizieResistenza IranianaConferenza internazionale a sostegno dei diritti umani in Iran e a difesa...

Conferenza internazionale a sostegno dei diritti umani in Iran e a difesa del campo di Ashraf. Parigi 13.04.2011

Vista della sala del Palais du Congres
 
Il Sindaco di Coreno Ausonio Domenico Corte è intervenuto alla Conferenza internazionale a Parigi a sostegno dei diritti umani in Iran e a difesa del campo di Ashraf..

 Il Sindaco è volato nella capitale francese in rappresentanza  dei sindaci italiani che nei mesi scorsi avevano sottoscritto un appello per esprimere sostegno a favore del cambiamento democratico in Iran e chiedere una iniziativa urgente della Comunità internazionale per la liberazione dei prigionieri politici e contro la feroce oppressione della popolazione iraniana. Dopo l’intervento della presidente nazionale della resistenza iraniana sono intervenuti illustri ospiti che rappresentavano varie nazionalità, tra cui il generale Shelton, esperto di politica sulla sicurezza USA, Patrick Kennedy membro del Congresso Americano degli Stati Uniti, l’Ambasciatore dell’Onu John Bolton, il coordinatore del dipartimento antiterrorismo americano Dell L. Dailey, il vipresidente della Commissione Europea nonché Viceministro Esteri della Germania Verheugen, il Presidente del Comitato Francese per un Iran democratico Senatore Jean Pierre Michel, il Direttore dell’Fbi Louis Freeh, il ministro francese Mario Stasi. Al Sindaco di Coreno Ausonio è toccato chiudere la conferenza; ha ribadito le richieste sottoscritte dai 1500 Sindaci italiani in cui si chiede al Consiglio Di Sicurezza dell’Onu, all’Amministrazione degli Stati Uniti d’America e all’Unione Europea 1)di condannare gli atti criminali del Governo iracheno e richiedere di fermare immediatamente il genocidio; 2) di intervenire immediatamente e di trasferire i feriti presso i suoi ospedali e provvedere alle cure necessarie; 3) di garantire la sicurezza dei residenti del Campo Ashraf, dove continuano gli attacchi da parte delle forze irachene, che lo scorso 8 aprile hanno causato 34 vittime e circa duecento feriti. .In questi giorni in tutti i nostri comuni si sta festeggiando l’Unità d’Italia, ricordando i tanti eventi vissuti dalla nostra nazione, ma oggi mi sento uno di voi, perché è il mondo intero che dovrebbe essere Unito e mi auguro che presto, molto presto, possiate festeggiare la nascita di un governo democratico e libero. E che il sole, rappresentato sulla vostra bandiera, possa risplendere in tutto l’Iran ed in particolare su campo Ashraf e possa riscaldare il vostro popolo, che tante sofferenze sta patendo, con un calore di pace, libertà e dignità umana.
 

Il Presidente Rajavi ed il Sindaco Corte
 
Al termine del suo intervento il sindaco Corte ha consegnato alla Presidente Rajavi uno dei sei libri contenenti gli oltre 1500 appelli firmati dai Sindaci italiani.
Mentre a Parigi si svolgeva l’importante conferenza, presso il Consiglio Regionale del Lazio si è costituito un intergruppo “Amici dei diritti umani in Iran” eleggendo presidente la consigliera Pdl Isabella Rauti e Vice presidente il consigliere della Lista Bonino Pannella Federalisti Europei, Rocco Berardo.

Il Sidaco Domenico Corte
 
Si tratta di un gruppo bipartisan che lavorerà sul tema dei diritti umani violati dal regime iraniano, repressivo di ogni espressione di libertà, con il principale obiettivo di creare un interfaccia con le organizzazioni che lottano per l’affermazione dei diritti fondamentali, in particolare la parità dei diritti fra uomini e donne e sostenere i movimenti che rifiutano il terrorismo.
In questi giorni, dopo l’ultimo attacco ad Ashraf, tantissimi movimenti ed associazioni a livello internazionale e diversi governi stanno lanciando appelli di solidarietà e di sostegno al popolo iraniano e occorre intervenire, come ha ribadito nel suo intervento il Sindaco, in quanto .

http://www.yousendit.com/download/VnByc0x4SU8zeUpjR0E9PQ

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,448FollowersFollow