mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeNotizieIran NewsCinque commercianti iracheni arrestati, minacciati, picchiati e impediti di entrare a Campo...

Cinque commercianti iracheni arrestati, minacciati, picchiati e impediti di entrare a Campo Ashraf

CNRI – Le forze armate irachene hanno arrestato, insultato, minacciato, picchiato e riportato all’ingresso di Ashraf cinque uomini di affari iracheni che volevano entrare a Campo Ashraf per acquistare  alcune delle proprietà dei residenti Mercoledi 9 Maggio. Le forze armate irachene hanno minacciato questi commercianti e hanno precisato che ai commercianti non è permesso vedere i residenti, dialogare con loro e acquistare le loro proprietà. Le forze irachene hanno intimato ai commercianti di andarsene e gli hanno detto che li avrebbero decapitati se si fossero fatti vedere ancora a Campo Ashraf.
Il Governo dell’Iraq e le forze irachene intendono saccheggiare spudoratamente le proprietà dei residenti. E come ha detto uno dei leaders di Al-Iraqya “questo è un atto di brigantaggio fatto per ingraziarsi il regime dei mullah”.
 I residenti di Ashraf e la Resistenza Iraniana resisteranno a questo atto di brigantaggio e di privazione del loro diritto di proprietà con tutte le loro forze.
Il Presidente del Comitato per la Sicurezza Nazionale e Politica Estera del parlamento dei mullah, ha espresso la sua gratitudine al governo iracheno per le sue misure contro i residenti di Ashraf.
Martin Kobler, il Rappresentante Speciale per l’Iraq del Segretario Generale delle Nazioni Unite, nella sua lettera ai residenti di Ashraf del 28 Dicembre 2011, aveva rassicurato i residenti a proposito dei loro beni e  proprietà e aveva specificato che le Nazioni Unite rispettano i diritti di proprietà dei residenti.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
9 Maggio 2012

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,397FollowersFollow