sabato, Dicembre 3, 2022
HomeComunicati StampaGeneraleLa resistenza iraniana raccomanda al Consiglio di sicurezza di agire rapidamente

La resistenza iraniana raccomanda al Consiglio di sicurezza di agire rapidamente

ed imporre sanzioni estese al regime dei mullah

ImageCNRI, 13 luglio – A seguito della riunione dei ministri degli esteri del P5+1 a Parigi, il ministro degli esteri francese, Philippe Douste-Blazy, che parlava in nome dei suoi colleghi, ha dichiarato che di fronte al rifiuto del regime iraniano  di rispondere al pacchetto di proposte, "non abbiamo altre scelte di ritornare al Consiglio di sicurezza e di proseguire il processo sospeso due mesi fa". Il presidente della Commissione degli affari esteri del CNRI, Mohammad Mohadessine, ha dichiarato a questo riguardo: "come lo ha affermato la resistenza iraniana precedentemente, il teocratico al potere non abbandonerà mai le sue attività d’arricchimento d’uranio perché considera le armi nucleari come una garanzia strategica della sua sopravvivenza".

 Il presidente della Commissione degli affari esteri del CNRI ha aggiunto: "l’esperienza di questi quattro anni di negoziati tra gli europei ed il regime clericale indica si non può più chiaramente di quanto i mullah tireranno vantaggio di qualsiasi dialogo o misura incentive per guadagnare tempo e completare il loro programma di armi nucleari che minacciano". Ha aggiunto: "Ormai, non ci sono più scuse per un nuovo ritardo, per esitazione o il rinnovo di un termine;" è necessario agire fermamente contro il regime dei mullah. Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite deve prevedere l’imposizione di un embargo esteso sulle armi, il petrolio, la tecnologia e la diplomazia contro il regime iraniano .

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
 il 12 luglio 2006

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,410FollowersFollow