mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeComunicati StampaGeneraleIran - Un prigioniero politico condannato a morte perchè sostenitore dei Mojahedin...

Iran – Un prigioniero politico condannato a morte perchè sostenitore dei Mojahedin del Popolo

Si tratta di un tentativo per intensificare il clima di repressione, in particolare tra i giovani coraggiosi che partecipano attivamente al movimento nazionale di ribellione che cerca di far cadere il regime e di stabilire finalmente la democrazia che veda sovrano il popolo iraniano.

ImageCNRI – Il 28 novembre, il regime disumano al potere in Iran ha condannato a morte Ayoub Porkar, 46 anni, prigioniero politico accusato di essere un sostenitore dei Mojahedin del popolo iraniano. La pena di morte è stata pronunciata durante un processo fantasma, avvenuto senza procedure regolari, in assenza di avvocati difenzori, e in violazione dei diritti di difesa spettanti ad ogni detenuto.

Ayoub Porkar, detenuto nella prigione di Evine a Teheran da un anno, è stato sottoposto ripetutamente a torture ed a pressioni continue durante la sua detenzione. Pare che sia stato trasferito in isolamento nella sezione 350 di Evine, e che trascorra le sue giornate in condizioni intollerabili.

Negli ultimi due mesi, il regime dei mullah ha condannato almeno sei persone all'impiccagione. Si tratta di un tentativo per intensificare il clima di repressione, in particolare tra i giovani coraggiosi che partecipano attivamente al movimento nazionale di ribellione che cerca di far cadere il regime e di stabilire finalmente la democrazia che veda sovrano il popolo iraniano.

La Resistenza iraniana fa un appello a tutte le istituzioni internazionali e le organizzazioni dei diritti umani, in particolare l'alto Commissario per i diritti umani dell'ONU, il Gruppo di lavoro sulla detenzione arbitraria e gli addetti speciali al controllo delle esecuzioni extra giudiziarie, sommarie o arbitrarie, a condannare il crescente numero di condannati a morte in Iran. L'OMPI chiede il rinvio del bilancio del regime in materia di violazioni dei diritti umani in Iran davanti al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, perchè siano adottate misure urgenti di sicurezza e perchè sia messa la parola fine a questa barbarie.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniano
3 Dicembre 2009
 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,397FollowersFollow