lunedì, Gennaio 30, 2023
HomeComunicati StampaGeneraleIran: scioccante omicidio di un prigioniero in un campo di lavoro forzato

Iran: scioccante omicidio di un prigioniero in un campo di lavoro forzato

ImageCNRI- Un prigioniero è stato brutalmente picchiato a morte mentre si trovava in un duro campo di lavoro ad Asad-Abad il 10 maggio scorso, secondo quanto riportano fonti iraniane. Il progioniero, che soffriva di problemi ai reni, è Babak Farokhi. Era stato portato a questo duro campo di lavoro solamente dieci giorni prima di questo incidente, con l'accusa di droga.

Ha dovuto vivere in condizioni intollerabili in questo campo che si trova vicino alla prigione centrale di Esfahah.
Secondo quanto viene riportato , le criminali Guardie Rivoluzionarie del campo esercitano pressioni psicologiche e fisiche sui prigionieri e li umiliano con trattamenti inumani.
Alcuni degli agenti , coinvolti direttamenti in torture e persecuzioni, sono stati individuati in: Asghar Kianpour, Dartoush Abdullahi e Asghar Montazeran.

Lo scorso agosto 18 prigioniere sono morte per le condizioni intollerabili del campo di Kahrizak.
Le guardie del carcere le hanno chiuse in casse di metallo a temperature estive caldissime.
Queste donne sono morte per le alte temperature, per problemi respiratori e per la totale mancanza di cure.

La Resistenza iraniana chiama tutte le organizzazioni internazionali per i diritti umani a condannare questi crimini scioccanti e ad adottare misure adatte per salvare la vita ai prigionieri indifesi.
Inoltre sollecita il Segretario Generale delle Nazioni Unite, il Consiglio di Sicurezza e l'Alto Commissariato per i Diritti Umani ad inviare una missione investigativa per accertarsi della situazione dei prigionieri in Iran.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza iraniana
16 Maggio 2009
 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,910FollowersFollow