mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeComunicati StampaGeneraleIran - Rajavi celebra il ruolo innovativo delle donne iraniane nel movimento...

Iran – Rajavi celebra il ruolo innovativo delle donne iraniane nel movimento per il cambiamento

ImageNel Giorno Internazionale della Donna, Maryam Rajavi  celebra il ruolo innovativo delle coraggiose donne e ragazze iraniane nel movimento per il cambiamento democratico in Iran

CNRI – Il Presidente eletto del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana Maryam Rajavi  si è congratulata con tutte le donne in occasione della Giornata Internazionale della Donna l'8 marzo, in particolare con le donne iraniane che si trovano in prima linea nella rivolta nazionale del popolo iraniano.

La sig.ra Rajavi  ha elegiato la battaglia ed i sacrifici delle eroine iraniane, di donne coraggiose come Neda, Taraneh, Fatemeh e Mina, la cui forza si avverte in questo 8 marzo. Nonostante le più severe forze di oppressione siano imposte nelle strade iraniane, e nonostante le più atroci torture, compresa la violenza sessuale, nelle carceri del regime clericale, queste donne hanno rifiutato di ritirare la loro partecipazione nelle rivolte e nella resistenza e coraggiosamente si sono ribellate contro il regime del velayat e-faqih (regole di assolutismo clericale). Bisogna inoltre incluedere in questa categoria le madri delle vittime delle rivolte che si riuniscono in varie parti di Tehran settimanalmente per incoraggiare la gente a continuare la rivolta per la libertà.
La sig.ra Rajavi ha inoltre encomiato le audaci 1000 donne di Ashraf, le quali nonostante abbiano affrontato le più serie congiure e i più crudeli attacchi da parte del regime clericale e dell'alleato iracheno, hanno persevarato per la causa di ristabilire libertà e democrazia nella propria madrepatria.
Lei ha aggiunto: "Le donne iraniane, come il resto del nostro popolo, cerca il cambiamento e rigetta l'intero sistema dell'assoluta dittatura clericale. Il cambiamento potrà essere reale e durevole soltanto quando conprenderà una garanzia per i diritti delle donne, che è il criterio per una democrazia stabile e per il progresso nel futuro Iran".
Il Presidente eletto della Resistenza iraniana ha descritto le leggi misogene del regime clericale, compreso il velo forzato e le punizioni ingiuste contro le donne, come esempi di barbarie e brutalità, che meritano di essere abrogate per sempre. La libertà di abbigliamento è uno dei diritti fondamentali delle donne. Il fascismo religioso che governa l'Iran, fondato sulla misogenia e sullo sfruttamento della religione, non potrà mai riconoscere quel diritto.
La sig.ra Rajavi ha sottolieato il ruolo preminente e significativo dell'uguaglianza di genere nel contesto del pensiero e della piattaforma politica della Resistenza iraniana, ed ha aggiunto che nell'Iran di domani tutti i diritti umani e le libertà, inclusa la libertà di scegliere il proprio abbigliamento, di sposarsi e divorziare, di lavorare e di viaggiare saranno riconosciute.
"Noi crediamo nella completa uguaglianza dei diritti sociali, politici, culturali ed economici sia per gli uomini sia per le donne" ed in particolare ha ricordato che "Le donne devono avere la stessa partecipazione nella leadership politica della società".
Il Segretariato del Consiglio Nazioanle della Resistenza Iraniana
8 Marzo 2010

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,400FollowersFollow