giovedì, Febbraio 9, 2023
HomeComunicati StampaGeneraleIran: Rajavi accoglie con favore le sanzioni UE contro il regime iraniano...

Iran: Rajavi accoglie con favore le sanzioni UE contro il regime iraniano e chiede sanzioni globale

ImageCNRI, 26 luglio – La signora Maryam Rajavi, presidente eletta del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana, ha accolto con favore nuove sanzioni da parte dell'Unione europea contro il regime iraniano e ha detto che, sebbene tali sanzioni sono cruciali per impedire il regime di acquisire armi nucleari, ma è molto lontana da una sanzione completa ed efficace , include olio completo, il commercio, il boicottaggio tecnologica e politica del regime.

Rajavi aggiunto: Il commercio estero e dell'industria petrolifera in Iran sono praticamente nelle mani dei Passdaran, Guardie Rivoluzionarie islamiche (IRGC) e una parte molto limitata dell’autorita del regime, i funzionari e le loro famiglie. Negli ultimi tre decenni, centinaia di miliardi di dollari di proventi del petrolio sono stati utilizzati solo per mantenere il regime al potere. E 'stato speso per la sicurezza e forze repressive, l'esportazione del terrorismo e del fondamentalismo, i progetti nucleari, o depositati nei conti dei funzionari del regime. Questo denaro non è stato utilizzato per lo sviluppo e il progresso del paese o dei servizi pubblici e per il popolo.

La Sig.ra Rajavi ha detto: La politica di accondiscendenza è stato un fattore molto efficace per aiutare i mullah terroristi di avvicinarsi ad ottenere la bomba atomica. Dopo la rivelazione dei principali progetti nucleari del regime iraniano da parte della Resistenza iraniana, nel 2002, invece di prevedere sanzioni globale messo in atto, i negoziati con il regime e le offerte di pacchetti incentivi ha cominciato. Oggi anche le dichiarazioni di alcuni funzionari dell'UE per quanto riguarda la loro disponibilità a riprendere i colloqui con il regime, invia segnali molto sbagliato per i mullah in cui li vista come segni di debolezza da parte della comunità internazionale e la loro mancanza di serietà in materia di sanzioni così incoraggiandoli a proseguire ulteriormente il loro progetto nucleare.

Come ottenere le armi nucleari, ha ribadito, fa parte della strategia del regime dei mullah per la sua sopravvivenza. In particolare, dopo la spaccatura interna e di crisi, non rinuncia al suo disco di acquisire armi nucleari. La soluzione definitiva per l'incubo dei fondamentalisti islamici e terroristi armati di armi nucleari è un cambiamento democratico da parte del popolo iraniano e la sua Resistenza.

Rajavi ha aggiunto che il cambio del regime non è solo il desiderio del popolo iraniano, ma anche necessario per la pace e la tranquillità nella regione e il mondo intero. Pertanto, un'adeguata politica deve includere sanzioni generali contro il regime, il riconoscimento del popolo iraniano, la sua resistenza per la democrazia e la pace e la rimozione di tutti gli ostacoli sulla sua strada. Il tipo di ostacoli che sono stati posti su richiesta del regime iraniano nel contesto della politica di accondiscendenza che ha prolungato la  vita di questo regime e le sofferenze del popolo iraniano.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
26 luglio 2010

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,951FollowersFollow