venerdì, Febbraio 3, 2023
HomeComunicati StampaGeneraleIran: proteste contro il regime si allargano

Iran: proteste contro il regime si allargano

ImageTehran Bazaar fa lo sciopero in segno di protesta per l’aumento fiscale senza precedenti

CNRI – I commercianti nel bazar di Teheran martedى mattina hanno indetto uno sciopero generale in segno di protesta per appropriazione indebita da parte del regime dei mullah e gli aumenti fiscali senza precedenti nel 2009, che sono in alcuni casi triplicati.

Dall'inizio di martedى mattina, i commercianti nelle zone principali del Baazar hanno chiuso i negozi. Queste aree inclusi l’Abbas Abad Bazaar, Amir Kabir, Hajeb al-dowleh, Hosseini, Zeyd Bazaar, Pachnar Bazaar, il Bazaar dei Calzolai, il Bazaar dei Venditori d’Oro, il Bazaar dei Venditori di Tessuti, l’Hamam Chal Bazaar, il Masjed Shah Bazar, tra gli altri settori. lavoratori regolari che trasferiscono la merce hanno inoltre preso parte allo sciopero.

Dalle 10:00 ora locale, nel timore della diffusione di questo atto di protesta, le forze repressive del regime hanno tentato di porre fine allo sciopero e di costringere i commercianti ad aprire i negozi. Ma i commercianti si sono rifiutati di farlo e hanno resistito ai tentativi del regime.

La pressione da forze repressive hanno portato a momenti di tensione in alcune zone al Gran Bazaar di Teheran. Essi sono stati particolarmente forti a Emamzadeh Zeyd Bazaar. Le Forze di Sicurezza dello Stato hanno tentato di disperdere la folla che si era riunita per sostenere i commercianti. Ma, sono state fischiate e ridicolizzate dalla gente sul posto. La situazione si è diffusa all’ Amir Kabir Bazaar e ad Hammam Chal.

Il regime dittatoriale in Iran non è in grado di risolvere le molteplici crisi che inghiotte, tra cui la recessione economica. Ha, quindi, fatto ricorso ad aumentare le tasse a livelli senza precedenti, al fine di coprire la sua corruzione e il saccheggio di miliardi di dollari che sono stati spesi per gli apparati repressivi, l'esportazione del terrorismo, il programma nucleare e di prolungare il suo terribile dominio.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
7 luglio 2010
 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,932FollowersFollow